Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
esclusiva

Vanni (Repubblica): "Inter, fossi in Gosens cercherei di andare via"

ESCLUSIVA TMW - Vanni (Repubblica): "Inter, fossi in Gosens cercherei di andare via"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 25 novembre 2022, 08:45Serie A
di Ivan Cardia

"Mi aspetto un mercato completamente dipendente dalla questione uscite". Raggiunto da TMW, Franco Vanni, firma de la Repubblica, guarda così al gennaio dell'Inter: "Non penso che abbia necessità o voglia di fare acquisti per migliorarsi in ruoli già coperti. Se qualcuno partirà, qualcuno dovrà arrivare. E poi, come sempre dopo il mondiale, occhio agli infortuni".

Come finirà secondo te la telenovela Skriniar?
"Se Marotta, per ben due volte e pubblicamente, ha detto che si sta per chiudere, è probabile che sia così. Di solito, un dirigente sportivo della sua esperienza non si espone se non ha garanzie o certezze".

E il fatto che si vada per le lunghe?
"Se Marotta non avesse detto quello che ha detto, penserei a qualche problema. Viste le sue dichiarazioni, mi fa pensare che sia soltanto questione di aspettare il momento giusto".

Gosens è il caso dell'Inter in vista di gennaio?
"Diciamo che l'acquisto di Correa e l'impiego di Gosens per ora sono i due grandi errori di Inzaghi. Correa l'ha voluto lui, di fatto non ha mai funzionato per un motivo o per l'altro. E Gosens… è un peccato vedere uno così forte usato col contagocce. Io fossi in lui cercherei di andare via".

E fossi l'Inter?
"Dipende. Con tanti soldi in cassa, cercherei di tenerlo. In questo momento, in cui l'Inter ha bisogno di quattrini, con un Dimarco così, può permettersi di valutare una cessione".

Può permettersi di cedere anche Dumfries?
"Sarebbe più doloroso, questo è certo: mentre Gosens è stato messo ai margini da un super Dimarco, Dumfries invece è molto importante per l'Inter. Di più: il tedesco paradossalmente potrebbe anche essere non sostituito, contando su Darmian, o magari sostituito con un giovane. Vendere Dumfries significherebbe dover portare a casa un giocatore importante su quella fascia".

Nove giocatori in scadenza a fine stagione, quattro in prestito. Più gente come Bastoni, Calhanoglu e Mkhitaryan in scadenza nel 2024. Cosa significa e quanto pesa?
"Significa che l'Inter è dovuta stare molto attenta a quello che spendeva. E pesa non solo sul mercato, anche sulla performance sportiva: sono tutti super professionisti, per carità, ma io non credo che un giocatore col contratto in scadenza abbia la mente libera. Può capitare, vedi Rabiot, che in scadenza si renda ancora meglio. Però è un caso limite: in generale io penso che avere un contrato in tasca dia serenità".

© Riproduzione riservata