Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Il messaggio di Maldini a Elliott e Red Bird: il Milan ha una sola condizione

Il messaggio di Maldini a Elliott e Red Bird: il Milan ha una sola condizione
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
sabato 28 maggio 2022, 07:15Serie A
di Antonello Gioia

L'intervista rilasciata ieri a La Gazzetta dello Sport da Paolo Maldini ha suscitato, come prevedibile, un'ondata clamorosa di commenti tra addetti ai lavori più o meno sorpresi e tifosi più o meno ottimisti o pessimisti a seconda delle interpretazioni. Il discorso dello storico capitano rossonero è, in generale, positivo, ma contiene una serie di 'avvertimenti' - alla quale si aggiunge la staffilata sul rinnovo - alla proprietà (presente e futura) del Milan.

Ambizione
La prima considerazione che si deve tenere a mente è che Paolo Maldini sia vincente e, in quanto tale, opera per un progetto che sia anch'esso vincente; il messaggio lanciato alla proprietà attraverso l'intervista alla Rosea è, dunque, di forte ambizione: vuole essere sicuro che il Milan continui nel suo percorso di crescita attraverso una strategia sportiva e commerciale forte da permettere al Club di lottare per vincere costantemente sia in Italia che in Europa; il Milan non si può accontentare dello straordinario Scudetto vinto quest'anno, ma deve puntare ad aprire un ciclo glorioso come quello dei fasti di un tempo.

Red Bird avvisato
Di fatto, Maldini ha stimolato - se così vogliamo interpretare il tutto - l'attuale proprietà è quella futura (probabilmente) a ricordarsi che il Milan con Maldini può esistere ad una sola condizione: il progetto deve essere vincente e, per far sì che sia tale, bisogna investire e non mantenere. È chiaro come questa visione possa far felici i tifosi: Maldini, in caso di rinnovo, rappresenterebbe la garanzia di lotta per il successo del Club rossonero. Bisogna, però, muoversi: siamo quasi a giugno e, per costuire la squadra, è necessario che il closing con Red Bird si faccia presto per chiudere il rinnovo dei dirigenti e rendere efficaci le trattative già avanzate (Botman è in attesa, per esempio) di calciomercato.