Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Juve, via alla stagione. Troppi trionfalismi per Allegri che col Sassuolo recupera McKennie

Juve, via alla stagione. Troppi trionfalismi per Allegri che col Sassuolo recupera McKennieTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 15 agosto 2022, 06:45Serie A
di Simone Dinoi

Il giorno del semaforo verde è arrivato: la Juventus dà il via alla sua personalissima stagione questa sera davanti agli occhi dei propri tifosi. All’Allianz Stadium arriva il Sassuolo di Dionisi che l’anno scorso, in campionato, conquistò la vittoria contro i bianconeri. “La squadra ha lavorato bene in questo mese, - ha raccontato Allegri alla prima conferenza stampa di vigilia della stagione, - la prima è sempre una partita che incuriosisce. Giochiamo contro un Sassuolo che l’anno scorso ci ha battuto in casa, che viene da una brutta sconfitta in Coppa Italia con il Modena, che ha preso un giocatore importante come Pinamonti ed è una squadra con cui è sempre difficile giocare. Bisogna giocare da squadra, ci sarà lo stadio pieno e ci vorrà entusiasmo”.

Via al secondo anno di Allegri che vede troppi trionfalismi nell’ambiente.
Tutto pronto dunque per il secondo esordio dell’era bis targata Massimiliano Allegri dopo una prima annata tutt’altro che indimenticabile. L’ultima apparizione, quella nell’amichevole persa 4-0 contro l’Atletico Madrid, diventa il riferimento rispetto a quanto visto del percorso di preparazione di Madama: “Ci ha fatto bene questa bella sconfitta per farci alzare le antenne, ho sentito troppi trionfalismi in giro. La Juventus ha il dovere di puntare a vincere, le concorrenti si sono rafforzate e vincere è difficile. Ci sono 4-5 pretendenti e noi siamo fra quelle. Dobbiamo lavorare in silenzio, migliorare la squadra sotto tutti i punti di vista. Sotto l'aspetto del gioco, della fase difensiva. L'anno scorso abbiamo fatto 10 punti in meno al Milan, non conto quelli dopo il quarto posto dove mentalmente abbiamo mollato. Bisogna recuperare dieci punti al Milan, con pazienza e lavoro ci arriveremo”. Troppi trionfalismi in giro ha più volte ripetuto Allegri che, ha poi aggiunto, che tocca a tutti mettersi in discussione: “Da domani siamo tutti in discussione, tutti. Conta il rettangolo verde, c'è da vincere delle partite mica mandare missili sulla luna. Con entusiasmo, voglia, tenendo il profilo molto basso”.

McKennie, recupero lampo e subito in campo con Kostic dalla panchina.
Così si riparte dal rettangolo verde con qualche assenza che caratterizzerà la prima uscita (Szczesny, Pogba, Chiesa e Kaio Jorge infortunati più gli squalificati Rabiot e Kean) ma con un recupero lampo che fa sorridere l'allenatore bianconero. Weston McKennie infatti in due settimane ha risolto le lesione capsulare alla spalla sinistra ed è pronto per scendere in campo dall’inizio questa sera scalzando Fagioli dalla titolarità. Destinato a partire dalla panchina invece l’ultimo arrivato Filip Kostic di cui ha parlato anche Allegri: “È un giocatore che crossa molto bene, ha controllo di palla in uscita ottimo, è arrivato da due giorni e tra l'altro ha fatto avanti e indietro da Francoforte. Sono molto contento, lui è un calciante e Vlahovic ne trarrà benefici”. Ci saranno gli altri due nuovi, Bremer e Di Maria, cosi come ci sarà il centravanti serbo a caccia del primo gol della stagione. Tutto pronto, semaforo verde anche per la Juventus.