Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
live

Chelsea, Koulibaly: "Napoli mi manca e spero vinca lo Scudetto. Ma non ho rimpianti"

LIVE TMW - Chelsea, Koulibaly: "Napoli mi manca e spero vinca lo Scudetto. Ma non ho rimpianti"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 4 ottobre 2022, 16:41Serie A
di Simone Bernabei
fonte dall'inviato a Stamford Bridge, Londra

Al fianco di Graham Potter, nella sala stampa di Stamford Bridge, c'è Kalidou Koulibaly. L'ex Napoli parla in vista del match di domani sera che vedrà il Chelsea affrontare il Milan di Stefano Pioli.

Ore 16.28, inizia la conferenza stampa

Domani torna qua Giroud, affrontato da lei tante volte. Cosa pensa del francese?
"E' un giocatore importante e ha segnato tanti gol, lavorando molto bene col Milan che ha vinto lo Scudetto. E' un attaccante pericoloso, dovremo essere attenti perché può segnare in ogni momento. Sarà dura per noi difensori ma siamo pronti per vincere questa partita".

Quanta voglia ha Koulibaly di giocare domani?
"E' vero, non ho giocato tanto ma prendo le cose con calma, so che arriverà il mio momento. Io metto la mia forza e la mia energia per aiutare la squadra e i compagni, spero di poter giocare presto per Potter ma la cosa più importante è che il Chelsea vinca domani perché non abbiamo iniziato bene in Champions".

Cosa pensa del Milan?
"E' una squadra forte che ha fatto un campionato fantastico lo scorso anno. Hanno giocatori forti e pericolosi, hanno dato risposte in Italia. Sono forti in attacco e in difesa, sono abituati a giocare grandi partite e noi sappiamo tutto di loro".

Com'è allenarsi con Aubameyang?
"Tutti lo conoscono. Lo sappiamo che è un giocatore importante, ha segnato tanto ovunque è stato. Siamo felici di averlo qua, sappiamo cosa ci può portare ed è difficile affrontarlo anche in allenamento. Ha tanto talento, ma tanto talento c'è in tutta la squadra. Nelle ultime partite abbiamo avuto difficoltà, ma la fiducia per un attaccante è importante. Dovremo essere bravi difensivamente e poi lasciar fare a quelli davanti ciò di cui sono capaci".

Si aspettava queste difficoltà iniziali al Chelsea?
"Me lo aspettavo... Dopo 8 anni è difficile arrivare in un club così grande. Io ripeto, so che arriverà il mio momento, questo è un processo normale, io continuo a lavorare e a far vedere la mia passione ma non sono preoccupato. L'importante è che vinca il Chelsea".

Cosa le manca di Napoli?
"Sono arrivato due mesi fa, Napoli mi manca un po' ma è stata una mia scelta. Volevo venire qua a Londra ed in questa società. Sapevo che sarebbe stata dura, muoversi dall'Italia all'Inghilterra non è semplice ma ne ero consapevole. E' un processo normale e ci sto lavorando, sono davvero felice di essere qua. Conosciamo il Milan, non sarà semplice, ma per esempio il Napoli ha vinto quest'anno a San Siro... Abbiamo le chiavi per vincere questa gara, spero che domani saranno con noi anche i tifosi napoletani".

Pentito dell'addio al Napoli?
"Questo Napoli fa sognare, sono contento per loro perché sono un tifoso ma non sono pentito. Qua mi vogliono bene, ora sono un grande tifoso del Napoli e spero che vincano lo Scudetto. Ora però farò di tutto per dare il mio contributo qua, a Londra sto bene anche se mi manca qualcosa di Napoli".

Perché ha scelto il Chelsea?
"Era uno dei miei sogni, quello di giocare in Premier League. Per i giocatori stranieri non è semplice venire qua e lo sapevo, tutti mi hanno detto di essere consapevole e io mi ci sto abituando. Ora penso solo a dare il 100% per la squadra ma non mi faccio problemi, aspetto la mia opportunità quando il mister vorrà darmela".

Com'è lavorare con Potter dopo l'addio di Tuchel?
"E' sempre abbastanza difficile per un gruppo cambiare dopo un cambio di allenatore. Ha messo le sue regole in azione e noi le stiamo rispettando, stiamo facendo ciò che si aspetta sul campo. Non è semplice, ma è il bello del calcio quello di migliorarsi sempre. Abbiamo tanto talento, dei giocatori fortissimi, ma abbiamo visto lo scorso fine settimana che serve anche carattere per vincere e questo carattere dovremo metterlo in campo domani. Solo così possiamo migliorare".

Ore 16.41, termina la conferenza stampa