Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Roma, nell'operazione Lukaku non c'è diritto di riscatto. Costerebbe almeno 46 milioni

Roma, nell'operazione Lukaku non c'è diritto di riscatto. Costerebbe almeno 46 milioniTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
mercoledì 27 marzo 2024, 13:40Serie A
di Andrea Losapio

"Dovresti chiederlo al Chelsea...". La risposta fra il serio e il faceto di Romelu Lukaku a chi gli chiedeva conto se "Volevi fare buona impressione dopo essere tornato in Inghilterra per la prima volta da quando sei in prestito alla Roma?" è la cartina tornasole di una situazione che non è più sostenibile. O meglio, di un problema che si riproporrà quest'estate, visto che Lukaku è in prestito secco ai giallorossi e non c'è nessun diritto di riscatto. Per non avere una minusvalenza bisognerebbe sborsare circa 46 milioni di euro.

Questo perché Lukaku è stato pagato 115 milioni dal Chelsea, nel 2021, e ha ancora due anni di ammortamento. Il belga quindi nella prossima estate dovrà trovare una destinazione - che sia Arabia o un altro club europeo - che lo paghi tanto sia per il contratto, da oltre 10 milioni netti all'anno, sia come transfer: per chi va verso i 31 anni è plausibile che non ci sia altra possibilità che un nuovo prestito. È anche vero che un anno fa il Chelsea poteva venderlo all'Inter pure con una grande minusvalenza.

La Roma, in linea del tutto teorica, può tutto, visto che i Friedkin hanno un patrimonio abbastanza largo per permettersi qualsiasi giocatore. Però nell'ottica della riorganizzazione, sia dirigenziale che dal punto di vista dei costi, sembra davvero un'operazione di difficilissima portata. A meno di un altro prestito. Anche qui, però, andrebbe chiesto al Chelsea se è o meno d'accordo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile