Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Rubinho: "Da ora in poi la Fiorentina tornerà a essere una squadra importante"

Rubinho: "Da ora in poi la Fiorentina tornerà a essere una squadra importante"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 3 giugno 2024, 22:53Serie A
di Simone Lorini
I Conti delle 7
Radio Firenze Viola
I Conti delle 7
I Conti delle sette puntata del 03 06 2024
00:00
/
00:00

Rubinho, ex portiere del Genoa, è intervenuto ai microfoni di Radio FirenzeViola durante la trasmissione I Conti delle 7 per parlare di Palladino, compagno di squadra al Genoa e prossimo allenatore della Fiorentina.

Come reputa il ciclo di Italiano?
"Io lo reputo positivo, gli anni prima di Italiano non sono stati buoni. Disputare una finale europea nel paese dell'avversario non era semplicissimo. Da ora in poi la Fiorentina tornerà a essere una squadra importante".

Adesso arriva Palladino che ha regalato due salvezze molto comode a Monza. Lei che ci ha giocato insieme al Genoa, si intravedevano delle doti da allenatore?
"Gli allievi di Gasperini sono venuti fuori come allenatori. Penso a Konko, Juric, Thiago Motta e ora anche Palladino. Lui capiva sempre quello che voleva il mister e questo dopo gioca sicuramente a tuo favore per un futuro da allenatore. Anche Gilardino è venuto fuori".

Gasperini ha allenato tanti calciatori e non tutti hanno imparato. Palladino aveva qualcosa in più?
"Palladino è uno dei giocatori più intelligenti con i quali ho condiviso lo spogliatoio. Oltre al calciatore, è un signore anche fuori dal campo. Si veste e parla bene e questo fa la differenza anche in campo".

Lo ritiene pronto per questo salto?
"Io credo che sia pronto. Con il Monza ha fatto due belle annate, ha gestito bene lo spogliatoio ed è andato d'accordo con Galliani che non sempre è così scontato. Questa esperienza a Firenze andrà bene, saprà gestire le varie situazioni nonostante il calore della piazza. La Fiorentina ha sempre avuto dei grandissimi calciatori nella sua storia. Quando giocavo contro a Firenze è stato impressionante vedere e sentire la tifoseria".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile