Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw radio

Garzya: “Zaniolo? Tenerlo sarebbe problematico anche per un fattore ambientale"

TMW RADIO - Garzya: “Zaniolo? Tenerlo sarebbe problematico anche per un fattore ambientale"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 24 gennaio 2023, 20:53Serie A
di Simone Bernabei

Piazza Affari con Cristiano Cesarini e Lucio Marinucci - Ospite: Luigi Garzya

Durante il programma “Piazza Affari” a TMW Radio è intervenuto Luigi Garzya, allenatore ed ex calciatore, per commentare vari temi ed in particolar modo il caso Zaniolo in casa Roma:

Che ne pensa della situazione di Zaniolo? Che cosa è mancato al giocatore per sfondare a Roma?
“Credo che la situazione sia molto complicata ma questo mercato può risolvere tante cose. Per lui restare fino a giugno non sarebbe positivo. Spero per entrambe che l’affare si possa fare ma il problema è che i soldi non ci sono. Credo, però, che la Roma non possa tenerlo anche per un problema ambientale. Non penso che il problema sia che non abbia un ruolo. In più non credo che abbia un ruolo così particolare. Vi dico anche che un giocatore forte si fa giocare anche in porta. A questo punto il ragazzo fa bene a cambiare aria. I due infortuni, poi, non hanno aiutato la psiche del ragazzo”.

Le pressioni possono averlo frenato?
“Non so se le pressioni lo hanno svantaggiato, sinceramente, non credo. Penso che possano essere stati più gli infortuni perché per un giovane due stop del genere sono una brutta botta. Bisognerebbe, anzi, fargli i complimenti per la cattiveria che ha mostrato nel tornare”.

Le società devono accelerare per le cessioni dei giocatori in scadenza?
“Credo assolutamente di sì. L’errore è quello di continuare a portare i giocatori a parametro zero. In Italia il calcio è cambiato. Abbiamo perso appeal e forza economica a discapito sia del campionato inglese che di quello tedesco. Stiamo attraversando un momento di crisi e anche le società guardano i loro interessi. Il Milan ha messo un tetto ingaggi ed ha fatto bene”.