Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Venezia, Javorcic: "Ho dovuto fare strategia, il pareggio poteva starci, sconfitta che ci farà crescere"

Venezia, Javorcic: "Ho dovuto fare strategia, il pareggio poteva starci, sconfitta che ci farà crescere"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
domenica 14 agosto 2022, 23:48Serie B
di Davide Marchiol

Ivan Javorcic, allenatore del Venezia, ha commentato la sconfitta per 1-2 arrivata al Penzo contro il Genoa. Queste le sue dichiarazioni in conferenza riportate da tuttoveneziasport.it.

L’analisi del match:

“Venivamo da un periodo particolare con tante considerazioni da fare. Avevamo diversi ragazzi con una condizione approssimativa, in diversi non sono riusciti ad allenarsi. Quindi ho dovuto gestire strategicamente un po’ questi novanta minuti, la formazione iniziale è andata anche in base a tutto questo. Il Genoa è squadra molto fisica, con gamba, abbiamo provato nel primo tempo anche se non ci riusciviamo con grande efficacia a dare il nostro ritmo e ad attaccare certe zone del campo. Nel secondo tempo siamo riusciti con più coraggio e determinazione a fare certe cose, anche la stessa condizione è cresciuta, il Genoa era già in fiducia noi invece siamo andati in crescendo. Andiamo avanti, per noi ora da qua si parte, sappiamo che c’è un percorso da fare, con personalità e fiducia. C’è da togliersi qualche incertezza, anche stavolta come l’anno scorso è arrivato un gol negli ultimi minuti, ma sono contento di quanto i ragazzi sono riusciti a dare”.

Comunque due sconfitte:
“Parlare solo delle sconfitte non sarebbe giusto per i ragazzi, contro l’Ascoli eravamo senza 19 elementi. Io sono fiducioso, ho visto carattere. Siamo consapevoli di dover costruire un percorso. Siamo consapevoli di dover crescere e lo faremo strada facendo. Oggi abbiamo dato buoni segnali contro un Genoa che comunque ha qualcosa in più di noi. Il pareggio ci poteva stare ma dobbiamo accettare questo risultato che ci deve far crescere consapevoli delle difficoltà che presenterà il nostro percorso”.

Nel primo tempo qualche difficoltà a produrre rispetto alla ripresa:

“Abbiamo solo quattro attaccanti a disposizione, difficile un 4-3-3 puro con solo quattro elementi. C’erano poi i pochi allenamenti nelle gambe. C’erano dunque da gestire le energie e i novanta minuti, penso che in questo momento abbiamo fatto tutto ciò che si poteva fare. E’ stata dura per il ritmo imposto dal Genoa, nella ripresa abbiamo tenuto di più la palla, dando più ritmo e quindi abbiamo avuto più occasioni. Penso che tutti abbiano fatto la loro parte, anche strategicamente la partita è stata gestita bene”.