Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Luis Rubiales non si dimette, Bellerin duro: "Il narcisista converte la vittima in colpevole"

Luis Rubiales non si dimette, Bellerin duro: "Il narcisista converte la vittima in colpevole"
venerdì 25 agosto 2023, 15:41Calcio estero
di Giacomo Iacobellis

Anche Hector Bellerin, laterale del Betis, ha attaccato duramente Luis Rubiales per le sue mancate dimissioni dopo il suo bacio tanto discusso alla calciatrice spagnola Jennifer Hermoso: "Il narcisista non crede mai di aver commesso un errore, è capace di mentire, manipolare la verità e convertire la vittima in colpevole", ha scritto il giocatore in una storia su Instagram.

La ricostruzione del bacio di Rubiales
"Chiunque guardi il video capirà che di fronte a 80.000 persone, inclusa la mia famiglia, il desiderio che avrei potuto avere in quel bacio era lo stesso che avrei potuto avere dando un bacio a una delle mie figlie. Pertanto, non c'è desiderio e non c'è posizione di dominio, anche se così è stato rappresentato dai media. Sia quelli che omaggiano Tebas sia il falso femminismo. È stato un bacio spontaneo, reciproco ed euforico. E, soprattutto, consensuale. Questa giocatrice ha sbagliato un rigore. Ho un ottimo rapporto con tutte le giocatrici; siamo stati una famiglia per più di un mese. Abbiamo avuto momenti molto affettuosi durante il Campionato del Mondo. Le ho detto: 'Non piangere, dovresti essere orgogliosa'. Nel momento in cui è apparsa Jenni, mi ha sollevato da terra, mi ha preso dai fianchi. Siamo quasi caduti e mentre ci alzavamo, ci siamo abbracciati e ho detto: 'Dimentica il rigore, non avremmo vinto il Campionato del Mondo senza di te', Lei ha detto che ero fantastico, e ho detto: 'Un piccolo bacio?'. Poi sono iniziate le pressioni, il silenzio della giocatrice e una dichiarazione che non riesco a capire. Qui sta avvenendo un assassinio sociale, mi stanno accusando di aver ucciso. Come spagnoli, dobbiamo analizzare dove stiamo andando. Essere campioni del mondo è la cosa più grande nel calcio. Abbiamo lottato duramente per questo", ha dichiarato oggi Luis Rubiales in conferenza stampa.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile