Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Difesa fragile, attacco poco cinico: cosi non va. DiFra deve correre ai ripari

Difesa fragile, attacco poco cinico: cosi non va. DiFra deve correre ai ripariTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
lunedì 12 febbraio 2024, 09:00Serie A
di Stefano Martini

Il Frosinone è tornato a casa dal Franchi di Firenze con le ossa rotte. Il 5-1 subito in casa della Fiorentina infatti fa rumore tra le fila giallazzurre per come è arrivato. I canarini infatti non dovevano obbligatoriamente conquistare punti salvezza su un campo difficile come quello dei viola ma il modo in cui è arrivata la sconfitta lascia perplessità e lo ha ammesso anche Di Francesco nel post gara: "Ci sono modi e modi di perdere. E questo fa la differenza. Nel modo non mi sono piaciute tante cose e le analizzeremo alla ripresa”.

Difesa fragile, attacco poco cinico
Il Frosinone visto a Firenze dopo un buon approccio alla gara si è dimostrato troppo fragile in fase difensiva e poco cinico in attacco. I canarini infatti hanno subito 5 reti, molte delle quali evitabili con maggior accortezza e di contro in attacco si sono divorati diverse palle gol. Gara gestita complessivamente bene dai viola mentre i canarini sono mancati da subito in fase offensiva poichè sullo 0-0 prima Kaio Jorge e poi Seck hanno avuto l'occasione per il vantaggio. Dopo il 2-0 della Fiorentina è toccato a Soulé sciupare una buona occasione per riaprire la partita e per la regola del "gol mangiato gol subito" qualche minuto dopo è arrivato il 3-0 firmato Martinez Quarta. L'unico vero merito che va dato al Frosinone visto ieri a Firenze è quello di non aver smesso di provare a giocare nemmeno dopo il 4-0 e non a caso è poi arrivata prima la rete di Mazzitelli e poi due palle gol importanti che Kaio Jorge ha sprecato. Il pregio del Frosinone è quello di giocare a calcio e anche a Firenze la formazione di Di Francesco ha provato a costruire belle trame ma ci sono ancora molti particolari da limare in entrambe le fasi di gioco. Manca infatti equilibrio alla formazione ciociara.

La questione salvezza potrebbe complicarsi
Serve un colpo grosso al Frosinone contro una big in questo mese di febbraio per cambiare la tendenza del momento. I giallazzurri dopo i quattro punti conquistati con Cagliari e Verona sono infatti stati sconfitti da Milan e Fiorentina e le prossime due gare contro Roma e Juventus non promettono bene. Il Frosinone fin qui contro le prime nove in classifica ha raccolto ben poco: 4 punti conquistati su 36 disponibili. Serve un cambio di marcia in tal senso agli uomini di Di Francesco per non complicare il discorso salvezza. Dietro infatti l'Empoli ha recuperato terreno e il pareggio del Verona a Monza ha ridotto a 4 le distanze dalla zona retrocessione. Questa sera l'Udinese, impegnata contro la Juventus potrebbe guadagnare terreno e risucchiare sempre più i giallazzurri in una posizione di classifica rischiosa. Al Frosinone serve ora uno scatto di maturità, un colpo grosso contro una big e già domenica prossima contro la Roma bisognerà mandare un importante segnale alle rivali.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile