Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Il designatore Rocchi: "Stagione complicata ma positiva, cerchiamo arbitri con la A maiuscola"

Il designatore Rocchi: "Stagione complicata ma positiva, cerchiamo arbitri con la A maiuscola"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
martedì 24 maggio 2022, 10:35Serie A
di Ivan Cardia
fonte Inviato a Coverciano

Gianluca Rocchi, designatore degli arbitri di Serie A e B, in occasione della conferenza stampa di fine stagione dell'AIA ha fatto il punto sulla stagione: "Siamo in una fase di grandissimo ricambio generazionale, che ci porterà ad avere nel giro di 3-4 anni arbitri di grandissimo livello. Oggi abbiamo già arbitri con la A maiuscola, e la dimostrazione sono i ragazzi più esperti, per la disponibilità che hanno avuto nel corso della stagione, chiusa nel migliore dei modi, ma li stiamo anche cercando. Abbiamo avuto molti infortuni nel momento cruciale della stagione, ma chi ha dovuto sostituire l'ipotetico titolare ha fatto benissimo. Secondo me in questo gruppo ci sono dei ragazzi con un talento incredibile, considerate che chi è uscito di più ha fatto 13-14-17 gare: l'organico è molto ampio e ho dovuto fare delle valutazioni. Nella prima parte della stagione abbiamo cercato di dare spazio a tutti per cercare di capire chi reggeva l'impatto della categoria: il campionato è stato molto testante per gli arbitri. La B non so da quanti anni non finiva senza verdetti certi, la A lo sapete tutti. Secondo me questa stagione è valsa almeno per due a livello di esperienza: un conto è arbitrare davanti a 70 mila persone con tante responsabilità di risultato, un altro nel deserto come gli ultimi due anni".