Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Juve, anche Arrivabene apre le porte alla cessione di De Ligt. Ora si attende solo l’offerta giusta

Juve, anche Arrivabene apre le porte alla cessione di De Ligt. Ora si attende solo l’offerta giustaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 1 luglio 2022, 06:45Serie A
di Simone Dinoi

Qualche cessione la Juventus ha già cominciato a metterla in piede: da alcuni big come il riscatto di Demiral da parte dell’Atalanta o il passaggio alla Fiorentina di Mandragora, fino ai più piccoli con il 2003 Chibozo ceduto all’Amiens per un milione di euro più percentuale su una futura rivendita. Quella più grande, dal punto di vista economico e per l’importanza del calciatore, però potrebbe essere quella di Matthijs de Ligt, alla quale ha ufficialmente aperto anche l’amministratore delegato bianconero Maurizio Arrivabene.

Arrivabene apre le porte all’addio di De Ligt.
L’idea di base della Juventus era chiara: rinnovare il contratto di De Ligt per crescere ancora assieme. E anche De Ligt stesso non avrebbe avuto problemi a fermarsi almeno un altro anno a Torino, fino alle condizioni al ribasso, secondo politica che sta portando avanti la dirigenza bianconera, del nuovo accordo. Così l’incontro della settimana scorsa fra Rafaela Pimenta e i vertici del club è servito per aprire definitamente le porte all’addio. Il tutto confermato, anche pubblicamente nell’intervista a Tuttosport, dall’A.D. Maurizio Arrivabene: “Oggi è impossibile trattenere un giocatore che se ne vuole andare. Ma è sempre una questione di numeri, non è che se uno vuole andare via gli rispondi: prego, accomodati. È difficile trattenere un giocatore, però dal tavolo della trattativa bisogna alzarsi tutti e tre soddisfatti”.

Via alle trattative: la Juve aspetta l’offerta che si avvicini alla clausola.
E ora? Ora la Juve aspetta l’offerta giusta perché la direzione ormai è diventata chiara a tutti. Madama per lasciar partire l’olandese vuole andar vicino a incassare la tripla cifra. C’è una clausola rescissoria da 120 milioni di euro in vigore, ma appellarsi solo ed esclusivamente a quella “quando un giocatore vuole andare via” sarebbe solamente controproducente. Perciò i bianconeri “si accontenteranno” di qualcosa in meno, ma non troppo. Le offerte sono attese tutte dalla Premier League, con il Chelsea che ha già abbozzato un primo dialogo che non ha convinto la Juve: è atteso un altro round con i blues. E poi i due club di Manchester spettatori interessati che potrebbero prepotentemente entrare in corsa nelle prossime ore.