Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Juve, si scatena la corsa a De Ligt. Per i bianconeri c’è una cifra da raggiungere per l’addio

Juve, si scatena la corsa a De Ligt. Per i bianconeri c’è una cifra da raggiungere per l’addioTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 6 luglio 2022, 06:45Serie A
di Simone Dinoi

Sarà la settimana di Paul Pogba e Angel Di Maria: due affari conclusi in tutto e per tutto dalla Juventus e in attesa di concretizzarsi con gli sbarchi a Torino dei due calciatori. Entrambi sono attesi tra venerdì e sabato per visite mediche e firma sul contratto. Questi però sono anche i giorni di Matthijs de Ligt e delle trattative per l’addio al capoluogo piemontese e alla maglia bianconera che ha difeso per tre stagioni, con tre progetti diversi e tre allenatori differenti.

Si scatena la corsa al talento De Ligt.
Un po’ quello che sperava la Juventus per riuscire a portare in fondo una cessione più remunerativa possibile. La corsa a De Ligt ormai si è aperta da qualche giorno e le pretendenti, come prevedibile, non mancano. Chelsea e Bayern Monaco quelle che hanno manifestato gli interessi più concreti, nonché delle prime offerte non soddisfacenti. Più i sondaggi di tutte le big d’Europa sensibili alla possibilità di accaparrarsi uno dei talenti più luminosi nel panorama calcistico internazionale. La Vecchia Signora ha ormai compreso che la soluzione migliore per tutti è quella di arrivare in questa sessione estiva alla separazione, il via libera però vuole darlo alle proprie condizioni.

Idee chiare sulla cifra per l’addio. Poi si volterà velocemente pagina.
Ma quali sono le condizioni? C’è una clausola rescissoria in vigore che tocca quota 120 milioni di euro alla quale però in casa bianconera sono più che consapevoli di non potersi appellare considerata la situazione (un contratto in scadenza fra due anni e i discorsi sul rinnovo arenati). Così la cifra alla quale oggi la Juventus è ancorata sono i 100 milioni, raggiungibili anche via bonus partendo da una quota fissa inferiore. Toccata la tripla cifra allora arriverà l’ok con la necessità di voltare pagina molto rapidamente perché il pacchetto di difensori centrali subirebbe un ridimensionamento non da poco dopo gli addii dell’olandese e di Chiellini nel giro di poche settimane. Non due qualunque, per un reparto che fermo oggi ai soli Bonucci, Rugani e Gatti.