Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

L’Atalanta presenta D’Amico e Congerton. Niente cambi di filosofia, la Dea non vuole snaturarsi

L’Atalanta presenta D’Amico e Congerton. Niente cambi di filosofia, la Dea non vuole snaturarsiTUTTOmercatoWEB.com
giovedì 23 giugno 2022, 08:15Serie A
di Patrick Iannarelli

Nessun cambio di rotta. Gian Piero Gasperini chiedeva chiarezza e in un certo senso le rassicurazioni sono arrivate dallo stesso Luca Percassi durante la conferenza stampa di presentazione di Lee Congerton e Tony D’Amico: "Abbiamo vissuto delle cose straordinarie, sappiamo quanto questo percorso quanto sia legato allo stare vicino all’allenatore e al gruppo, il mister è una persona molto intelligente. Dobbiamo sempre avere l’ambizione di migliorarci e lavorare per rinforzare la squadra. Loro sono i nuovi dirigenti dell’Atalanta, mi sento una grande spalla per loro. Non dobbiamo cambiare ciò che siamo, ma rafforzarci. Non dobbiamo snaturarci".

D’Amico e il mercato delle opportunità. E niente ex Verona

E la linea della società è stata ribadita a più riprese anche dal nuovo direttore sportivo atalantino, per la prima volta davanti ai media: "Ci saranno mesi di mercato, finiremo il 31 agosto. Ci sarà un'evoluzione, il mercato di oggi è molto complicato, ci sono delle dinamiche che cambiano dall'oggi al domani, vogliamo rinforzare la squadra. Non ci poniamo obiettivi, cercheremo di lavorare ogni giorno". Non sono mancati gli incontri con Gasperini per costruire la Dea del futuro, attenta a quei 40 punti della salvezza (per la prima volta evidenziato da D’Amico e non dai Percassi) ma ancora con la voglia di crescere stagione dopo stagione.

Congerton, il gallese ex Leicester e Chelsea per aumentare l’esperienza internazionale

Non sono mancate nemmeno le parole di un dirigente esperto come Congerton, arrivato per poter aumentare il prestigio internazionale e per permettere al brand di crescere ancora. “Ho avuto tante opportunità per lavorare in altri campionati. Ho lavorato al Chelsea per sette anni, con grandi direttore sportivi. La serie A è un campionato difficile, ma l’Atalanta può tornare in Europa”.

Tre strade da percorrere, ma senza cambiare troppo identità. Il football è football - come ha ribadito lo stesso Congerton in conferenza stampa -, la filosofia però conta parecchio.