Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Napoli-Roma 2-1, le pagelle: Osimhen show, il suo gol è clamoroso! Ma l'ha decisa Simeone

Napoli-Roma 2-1, le pagelle: Osimhen show, il suo gol è clamoroso! Ma l'ha decisa SimeoneTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 30 gennaio 2023, 06:12Serie A
di Raimondo De Magistris

Risultato finale: Napoli-Roma 2-1

Le pagelle del Napoli (a cura di Raimondo De Magistris)

Meret 6.5 - Non la serata migliore per ciò che concerne le uscite, ma tra i pali si conferma tra i migliori in Europa. Nel primo tempo salva su Spinazzola, nella ripresa smanaccia su un colpo di testa di Cristante. Può poco sulla rete del momentaneo pareggio.

Di Lorenzo 6.5 - Un'altra buona partita del capitano: onnipresente sulla fascia destra, anche se forse stringe troppo sulla rete del momentaneo pareggio.

Rrahmani 6.5 - In estirada salva il risultato nella ripresa, quando Ibanez calcia a bitta sicura ma trova sulla sua strada proprio il difensore ex Hellas. La condizione migliora e sta tornando il Rrahmani delle serate migliori.

Kim Minjae 6.5 - Bravo, ma stasera anche fortunato. Al 12esimo una incomprensione con Meret poteva costargli cara, ma il pallone sfiora solo il palo. Da quel momento in poi non commetterà più sbavature.

Mario Rui 7 - Ispirato anche quest'oggi. Si destreggia tra tre avversari per chiudere il triangolo con Kvaratskhelia: un tocco preciso che dà il là alla rete dell'1-0. Dal 69esimo Olivera 6 - Discreto il suo impatto con la partita, difende in modo ordinato.

Anguissa 6.5 -Ordinato in fase di costruzione, sempre intelligente nei suoi movimenti senza palla.

Lobotka 6.5 - Il perno attorno a cui ruota tutto il mondo azzurro anche oggi non ha tradito. Mourinho pensa alla marcatura a uomo e allora lo slovacco arretra ulteriormente il suo posizionamento pur di far partire ogni volta l'azione.

Zielinski 7 - La serata che lo introduce ancor di più nella storia del Napoli è un'altra serata felice. Da un suo strappo nasce il gol che sblocca la partita, da un altro suo strappo nasce la rete del definitivo 2-1. Dal 91esimo Ndombele s.v.

Lozano 6 - Ottima prestazione che rischiava di essere rovinata da un errore in marcatura su El Shaarawy: per sua fortuna, Simeone qualche minuto dopo ha realizzato il gol del 2-1. Dal 76esimo Simeone 8 - Come a San Siro contro il Milan. Segna un gol pesantissimo a cinque minuti dalla fine: gioca poco, ma quando gioca fa la differenza.

Osimhen 8 - Nel gol che sblocca la partita ci son tutte le sue qualità. C'è la lucidità, che lo porta a non tentare subito il colpo di testa. C'è la tecnica, quella che gli permette di addomesticare il pallone tra due avversari. C'è la velocità, perché il tutto viene eseguito in meno di un secondo. E infine la potenza: ma che gol ha fatto? Dal 76esimo Raspadori 6.5 - Entra bene in partita, dà movimento e ritmo alla manovra offensiva.

Kvaratskhelia 6.5 - Determinante con l'assist per Osimhen ma ha disputato anche partite migliori. Da lui ci si aspetta sempre di più: nel secondo tempo sbaglia un controllo facile per un giocatore delle sue qualità. Dal 68esimo Elmas 6 - Entra in un momento molto delicato del match, non riesce a risultare troppo incisivo.

Luciano Spalletti 7.5 - Ha la forza di sostituire il miglior giocatore della partita e la vince proprio grazie a quella mossa. Quest'anno non ne sbaglia mezza.

Le pagelle della Roma (a cura di Pierpaolo Matrone)

Rui Patricio 6,5 - Esente da colpe su entrambi i gol, salva la Roma almeno un paio di volte, sui tiri da fuori e facendosi trovare pronto anche da quello di Raspadori da distanza ravvicinata.

Mancini 6 - Tra Kvaratskhelia e Osimhen, che viene spesso dal suo lato su indicazione di Spalletti, non è di certo una gara semplice per lui ma se la cava tutto sommato bene, senza grosse imperfezioni.

Smalling 5,5 - Uno dei duelli-chiave della partita è quello tra lui e Osimhen. A volte le prende, a volte le dà, ma lo regge eccome. E, visto il momento di forma del nigeriano, era tutt'altro che scontato. Macchia una buona prova nel finale, lasciandosi sfuggire Simeone sul gol decisivo. Tiene Osimhen, ma non il Cholito: un paradosso.

Ibanez 5 - Marcatura troppo molle su Osimhen in occasione del gol e paga più di una volta il mismatch in velocità con Lozano, facendosi sverniciare.

Zalewski 6 - Dimenticanza: non segue Kvaratskhelia che confeziona l'assist per Osimhen. Ma è l'unica sbavatura di una partita interpretata benissimo e impreziosita dalla pennellata per l'1-1 di El Shaarawy.

Cristante 5,5 - Presenza e fisico, ma soffre il giropalla veloce del Napoli, soprattutto nel primo tempo. Dall'89' Volpato s.v.

Matic 6,5 - Non ha il passo dei centrocampisti avversari, ma lo sostiene con grande sapienza tattica e la personalità dei grandi giocatori, ripulendo diversi palloni. Forse il miglior Matic stagionale. Dall'83' Tahirovic s.v.

Spinazzola 6 - La prestazione, in generale, non è da buttare. L'attitudine è quello dell'esterno di spinta, lo sappiamo, e infatti lo fa bene e impegna pure Meret. Ma sul gol di Osimhen non va a contrasto e, sebbene chiuda la diagonale, rimane immobile. Dal 46' El Shaarawy 7 - Entra bene in partita, pochi minuti e si fa apprezzare subito per un ottimo ripiegamento. Ma uno come lui la differenza deve farla in fase offensiva e ci riesce: inserimento e tap-in vincenti per l'1-1.

Pellegrini 5,5 - Al rientro da titolare, non è al massimo della forma fisica e si vede. A lui la mansione di schermare Lobotka, ma la differenza del momento tra i due si vede: uno insegue, l'altro gioca. La qualità, poi, c'è e lo sappiamo e infatti qualche pericolo per il Napoli dal suo piede nasce. Dall'83' Bove s.v.

Dybala 5,5 - L'uomo più in forma del momento parte con un pizzico di timidezza, un po' compresso. Poi prova ad accendere la luce con qualche giocata delle sue, ma ce ne aspettavamo qualcuna in più. Si prende gli applausi di Mourinho per un'inusuale copertura difensiva, a dir poco provvidenziale, su Kvaratskhelia.

Abraham 5,5 - Non trovando spazio in profondità, prova a venire incontro più del solito, ma non è - per caratteristiche - centravanti di raccordo e fa fatica. Chiude con zero tiri in porta. Dal 73' Belotti s.v.

José Mourinho 6 - Come da pronostico, prova a incartarla all'amico Spalletti alla sua maniera: Roma arcigna, aggressiva e pronta a sfruttare gli errori in uscita del Napoli. Quasi gli riesce, come all'Olimpico. Tra andata e ritorno almeno un punto l'avrebbe meritato.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile