Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Rimpianto Cheddira per il Parma? L'agente: "Non credo. Ha fatto valutazioni diverse"

Rimpianto Cheddira per il Parma? L'agente: "Non credo. Ha fatto valutazioni diverse"
mercoledì 5 ottobre 2022, 12:34Serie B
di Luca Bargellini

Fino alla scorsa estate Walid Cheddira, attuale capocannoniere della Serie B con 7 reti con la maglia del Bari, è stato di proprietà del Parma. Oggi, ospite di ParmaLive.com il suo agente Bruno Di Napoli per parlare dei motivi dell'addio fra le parti: "Walid era un giocatore del Parma. La società ha fatto delle valutazioni diverse, anche perché hanno in rosa dei giocatori importanti. So che lo scorso anno lo hanno seguito con attenzione, tanto che il direttore dell'area prestiti Alessandro Lucarelli è andato diverse volte a vederlo. Poi la società ha fatto delle valutazioni in base ai giocatori che aveva in rosa, calciatori importanti e molto forti. [...] A inizio anno il Parma ha fatto delle considerazioni sui giocatori che aveva in rosa, come Inglese e Man. Per me il Parma ha un attacco molto importante e probabilmente non si aspettava che Cheddira potesse esplodere fino a questo punto. Ad ogni modo non sarebbe giusto oggi dire che il Parma non abbia creduto nel giocatore. In base ai loro giocatori hanno fatto delle valutazioni. Ci tengo a ringraziare sempre il Parma nella gestione precedente: Walid è stato preso in Serie D dal direttore Faggiano, che aveva creduto in lui, portandolo a Parma. Noi saremo sempre grati alla società Parma perché il suo percorso è passato anche di lì. E' stato il Parma ad avergli fatto il primo contratto da professionista e hanno creduto nel ragazzo, dandolo in prestito all'Arezzo, poi al Mantova. Per questo va dato sempre un grosso ringraziamento al Parma".