Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

…con Gianluca Nani

…con Gianluca NaniTUTTOmercatoWEB.com
giovedì 29 settembre 2022, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

“Crisi Inter e Juve? Non sono d’accordo, il campionato è lungo. Alla lunga i valori verranno fuori. Poi se la Juve perde contro il Monza suscita grande clamore. Sia Inter che Juve torneranno protagoniste. Se arriveranno prime o quarte non lo so”. Così a Tuttomercatoweb Gianluca Nani a proposito del momento di difficoltà delle due big italiane.

Come si esce da queste difficoltà?
“Con grande tranquillità. Lavorando sulla testa e sul fisico. Poi alla Juve presto torneranno Pogba e Chiesa, spostano gli equilibri in maniera importante. Da questi momenti se ne esce con tranquillità”.

Va a gonfie vele invece l’Udinese.
“Sottil aveva fatto bene pure in Serie B. Gino Pozzo e la sua organizzazione fanno bene da vent’anni. Che faccia bene e scopra talenti non è una sorpresa. Poi sono rimasti calciatori che conoscono il campionato italiano”.

Da che squadre è rimasto impressionato?
“Ho visto giocare dal vivo la Cremonese e mi è piaciuta: ha dimostrato coraggio per essere una matricola. La Salernitana è partita bene, anche il Lecce sta ottenendo i suoi risultati”.

E la B?
“Campionato meraviglioso, squadre forti e organizzate. Ci sono compagini che si sapeva avrebbero lottato da subito per la promozione”.

Tra le sorprese c’è il Brescia.
“Bravo Clotet. È una squadra che ha una grande storia, bello vederla in alto per ambire alla Serie A”.

Tante aspettative attorno al Palermo targato City Group.
“Piazza importante. Con un direttore, Gardini, molto preparato. Si può fare grande calcio. E il Palermo deve competere per la Serie A”.