Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

…con Roberto Venturato

…con Roberto VenturatoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 21 agosto 2021, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

“Negli ultimi dieci anni la Juve è stata assoluta protagonista della Serie A. Per atteggiamento e rosa lo sarà anche quest’anno. Anche se ci sono squadre che stanno provando ad insidiare i bianconeri”. Così a Tuttomercatoweb Roberto Venturato fotografa il campionato di Serie A.

Chi può insidiare la Juve?
“Inter, Milan, Roma, Napoli e Lazio stanno cercando di mettere in difficoltà la Juventus”.

L’Inter ha perso Hakimi e Lukaku…
“Si. Ma rimane un’intelaiatura di squadra per giocarsi qualcosa di importante. E Dzeko è un ottimo innesto”.

Dumfries?
“È un giocatore importante. Dovrà ambientarsi”.

Leí quest’anno dopo gli anni importanti a Cittadella osserva da lontano…
“Ho fatto una scelta. Guardo il campionato con interesse e curiosità. La B mi dà la sensazione di migliorare anno dopo anno, guardate il Como: ha voglia per la tradizione della piazza di competere ad alti livelli. La Gumina e Cerri sono attaccanti di grandi livello”.

Prima di Thiago Motta il suo nome era un’idea dello Spezia…
“C’è stata la possibilità di parlare. Mi sarebbe piaciuto molto. Dopo aver fatto sei anni straordinari sarebbe stato bello. Ma non ci sono state le condizioni”.

Si sente pronto per la A?
“Mi stimola molto. Mi piace l’idea di poterci provare”.

Dionisi, Italiano e Zanetti: su chi punta?
“Sono tutti e tre allenatori giovani che hanno avuto modo di esprimersi in B. Italiano ha già fatto un anno in Serie A. Hanno tutti e tre capacità e qualità. De Zerbi è andato in una squadra di grande livello, Dionisi al Sassuolo porterà il suo modo di pensare sapendo di avere già una base”.