Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW Radio

Inter, Brambati: "Inzaghi cresciuto ma da due anni ha la squadra più forte"

Inter, Brambati: "Inzaghi cresciuto ma da due anni ha la squadra più forte"TUTTO mercato WEB
giovedì 29 febbraio 2024, 16:06Altre Notizie
di TMWRadio Redazione
Maracanã
TMW Radio
Maracanã
Ospiti: Manicone:" L'Inter è la squadra che gioca meglio in Europa." Pizzi:" Questa Inter è quella che gioca meglio. Lautaro crescita importante." Impallomeni:" L'Inter dello scorso anno era più forte." Brambati:"L'Inter è da tre la squadra più forte." Maracanà con Marco Piccari e Alessandro Cucciari.
00:00
/
00:00

L'ex calciatore e procuratore Massimo Brambati a TMW Radio, durante Maracanà, ha parlato dei temi della Serie A.

Inter che viaggia con numeri pazzeschi. Che giudizio dare a questa squadra?
"La partita contro l'Atalanta è stata anche vittima di qualche episodio, non ultimo il gol annullato a De Ketelaere che poteva spostare qualcosa. Poi l'Inter è fortissima, ha già dimostrato di esserlo. Ma lo era anche due anni fa e lo scorso. Stiamo facendo un trionfo di una squadra che secondo me è forte da due anni e non è riuscita a vincere lo Scudetto negli anni passati. Forse l'Inter lo scorso anno era anche più completa. E ricordiamoci anche che fino all'anno scorso di questo periodo c'era l'#InzaghiOut. E che Marotta voleva mandarlo via. Nel calcio ci sono troppe bandierine. Era un somaro e oggi è il più forte al mondo? Forse c'è una via di mezzo. Per me Inzaghi è cresciuto tantissimo ma ha sempre avuto a disposizione delle Inter fortissime. Il sorteggio di Champions lo scorso anno ha deciso il destino di Inzaghi. Poi sono arrivati i meriti, perché battere Benfica e Milan sono meriti. ".

Di chi però i meriti di questa Inter?
"Anche la mancanza di avversari. Quest'anno c'è una penuria. Napoli e Lazio dove sono? E lo scorso anno erano prima e seconda. La Juventus mi sembra indebolita, anche se di poco. Al di là del campionato sorprendente, almeno per me, le altre due sono venute meno. Il Milan, che ha avuto uno stravolgimento di rosa, ha perso punti all'inizio e si è dimostrata inferiori per vari motivi. Le pretendenti non ci sono state. Lautaro era stato proposto a 11 milioni di euro quando c'erano Nedved, Paratici, poi andò all'Inter. Ausilio è cresciuto tanto e da Spalletti in poi ha messo a disposizione dei suoi tecnici delle super-squadre. E Inzaghi si è seduto su una macchina che andava forte".

Lazio-Milan, una partita più importante per Sarri o Pioli?
"In modi diversi per entrambi. Certo che Pioli nelle ultime due partite ha ottenuto un punto e deve tenere a distanza le quarte e le quinte, così come la Juventus. Sarri deve dare un segnale importante a questa stagione, che potrebbe passare anche per il ritorno col Bayern in Champions".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile