Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Xavi non smentisce il viaggio a Monaco per Haaland: "Stiamo lavorando per il futuro"

Xavi non smentisce il viaggio a Monaco per Haaland: "Stiamo lavorando per il futuro"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 5 marzo 2022, 15:42Calcio estero
di Michele Pavese

Xavi, tecnico del Barcellona, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida in casa del'Elche. Tra gli argomenti trattati anche il nuovo acquisto, Pablo Torre: "Per me è un talento naturale che può giocare con noi. Usa entrambi i piedi, è bravo nell'ultimo passaggio, sui calci piazzati e ha senso del gol. È giovanissimo: ha 18 anni e può restare per tanti anni al Barcellona. È un ragazzo umile, viene da una famiglia di calciatori. Penso che sia un ottimo acquisto per il presente e per il futuro. Se non sarà con noi, giocherà nella filiale, come Abde e Jutglà".

Cosa ti aspetti dalla partita di domani?
"L'Elche è migliorato molto con Francisco, non ha ancora perso in casa. È una squadra fisica, che ha giocatori molto pericolosi, come Boyé e Carrillo".

Puoi darci i dettagli del tuo viaggio a Monaco? Era per Haaland?
Non posso fornire dettagli. Posso solo dire che stiamo lavorando per il presente e il futuro del club. E quando possiamo annunciare qualcosa, come la firma di Pablo Torre, lo facciamo. Non dirò nulla, solo che stiamo lavorando sul presente e sul futuro".

Lavorate anche per rafforzare la difesa. Christensen sembra a un passo, credi che Piqué non proseguirà a fine stagione?
"La sensazione è che non sia il momento di parlare di queste cose. Capisco che la squadra abbia generato speranza per il futuro, ma dobbiamo parlare del presente. Non è il momento di parlare di acquisti e futuro, ma di presente. E le prestazioni di Piqué sono straordinarie, è il leader della difesa".

Hai la sensazione che i vostri rivali stiano perdendo colpi?
"Se guardiamo alle ultime partite, sì. Ma domani ci aspetta un altro esame. So che c'è entusiasmo ma dobbiamo continuare a lavorare, non possiamo fare altro".

Perché tanti complimenti nei confronti di Pedri?
"Mi viene naturale ed è la sensazione che provo quando lo vedo giocare. I paragoni sono odiosi, non li farò più. Ma non importa quante critiche ci siano, mi ricorda comunque Iniesta. Devo raccontare la realtà. Mi dispiace se qualcuno se ne risente ma a me ricorda lui. E Andrés è il più grande talento che abbia mai visto nel calcio spagnolo. Pedri è umile e non ha paura. Accetto le critiche. Nessun problema".

Sarebbe una buona notizia se Dani Alves continuasse?
"Non abbiamo parlato ma non c'è dubbio. È uno spettacolo vederlo allenarsi, è un esempio. Spero che faccia ottime prestazioni da qui alla fine della stagione, e che decidano di rinnovare".

Perché LaLiga abbia più valore, è necessario che vengano Haaland e Mbappé?
"Più giocatori di livello mondiale ci sono, meglio è. Sarebbe un bene per i club che li acquistano e per il campionato , perché sono giocatori che attirano altri giocatori".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile