Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Fiorentina, Pradè su Torreira: "Per me era una bandiera ma ha rifiutato la nostra proposta"

Fiorentina, Pradè su Torreira: "Per me era una bandiera ma ha rifiutato la nostra proposta"
martedì 5 luglio 2022, 12:16Serie A
di Pietro Lazzerini

Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa rilasciando alcune dichiarazioni a proposito del mancato riscatto di Lucas Torreira dopo la stagione passata in prestito dall'Arsenal: "Il calciatore viene chiamato da me, calciatore che ho fortemente voluto dopo aver lavorato insieme a me alla Sampdoria. Mi ha dato certezze sotto il profilo tecnico ed è quello che ci serviva in quel momento. dobbiamo ringraziarlo per il grande campionato che ha fatto. Per fare il prestito con diritto abbiamo dovuto mettere la somma che per l'Arsenal non creasse una minusvalenza che era 15 milioni con contratto di 4 anni a 2,75 milioni a stagione. Ad aprile lo chiamiamo per fare un accordo di 5 anni, con un anno in più di ammortamento, ed erano considerate per noi due situazioni: se fai un accordo del genere lo vedi come una possibile nuova bandiera. Lo vedevo un percorso lungo quello con Lucas. Gli offriamo 12,5 milioni per 5 anni, a 2,5 più bonus. Era una proposta molto vantaggiosa per il calciatore ma c'è stata una chiusura netta con l'agente e con lui. L'ultimo mese e mezzo ci hanno detto anche un'altra cosa importantissima, che Amrabat ha giocato alla grande. Lui ci ha dato garanzie e ha fatto capire anche al tecnico che potevamo utilizzarlo nel ruolo del play anche in modo più congeniale per una squadra molto tecnica in avanti come la nostra e a quel punto è diventata una scelta tecnica, condivisa con l'allenatore. Ci siamo chiesti chi scegliere e abbiamo scelto Amrabat. I problemi degli ultimi mesi rimangono dentro lo spogliatoio, io parlo solo come società".