Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Condannati per violenza sessuale. Cittadella, Dolomiti e Luparense sospendono i giocatori rei

Condannati per violenza sessuale. Cittadella, Dolomiti e Luparense sospendono i giocatori reiTUTTO mercato WEB
mercoledì 1 febbraio 2023, 19:49Serie B
di Tommaso Maschio

Dopo le condanne, in primo grado, a sei anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti di una studentessa universitaria arrivano i primi provvedimenti da parte di due delle società che hanno fra i tesserati i giocatori condannati. Sia il Cittadella, per quanto riguarda Santiago Visentin, sia il Dolomiti Bellunesi, che ha fra le sue fila Daniel Onescu, hanno deciso di avviare l'iter per la sospensione dei due tesserati dalle attività sportive, pur spiegando di tenere presente la presunzione d'innocenza fino a sentenza definitiva. Una decisione opposta a quella presa dal Genoa nei confronti di Manolo Portanova, anch'egli condannato a sei anni per violenza sessuale in primo grado, che continua ad allenarsi regolarmente con la squadra ligure pur senza essere mai sceso in campo dopo la sentenza del Tribunale. Anche la Luparense, club per cui è tesserato Stefano Casarotto, ha deciso di sospenderlo

Queste le note delle società:

"A.S. Cittadella srl, tenuto conto della gravità del comportamento ascritto al tesserato, Santiago Visentin, intende avviare l’iter volto alla sospensione dell’attività sportiva del giocatore dal club. La società, pur ben sapendo che vale la presunzione di innocenza fino alla sentenza definitiva e augurandosi che il calciatore possa dimostrare la propria estraneità ai fatti addebitati nei prossimi gradi di giudizio, ritiene confliggenti con i principi che fondano l’ordinamento sportivo e i valori che da sempre la società rappresenta le accuse mosse in primo grado a carico del proprio tesserato".

"La società Ssd Dolomiti Bellunesi, non nascondendo stupore e incredulità, ha appreso solo ieri dagli organi di stampa del coinvolgimento di un proprio tesserato, Daniel Onescu, in fatti di grave rilevanza, con risvolti penalistici che riguardano il predetto giocatore nel periodo in cui lo stesso non era tesserato con la società. La SSD Dolomiti Bellunesi prende atto che la sentenza emessa dal Tribunale di Verona non è definitiva e che la condanna inflitta potrebbe essere oggetto di riforma nei successivi gradi di giudizio. Tuttavia, la medesima società - alla luce della gravità dei fatti contestati - ha ritenuto di sospendere da ogni attività in via cautelare e a tempo indeterminato il giocatore, sig. Daniel Onescu".

"La società Luparense Football Club ha appreso con sconcerto la notizia di cronaca giudiziaria, che coinvolge un proprio giocatore. Attesa la serietà della questione e di tutti i suoi delicati risvolti, ha stabilito al momento di sospendere lo stesso da ogni attività".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile