Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

21 giugno 1970, il Brasile è campione del mondo: Italia schiantata 4-1 a Città del Messico

21 giugno 1970, il Brasile è campione del mondo: Italia schiantata 4-1 a Città del MessicoTUTTO mercato WEB
venerdì 21 giugno 2024, 00:00Accadde Oggi...
di Alessio Del Lungo

Il 21 giugno 1970, l'Italia persa la finale del Mondiale, a quei tempi chiamato Coppa Jules Rimet, per 4-1 contro il Brasile. La Seleçao di Zagallo era una squadra stellare e comprendeva campioni del calibro di Carlos Alberto, Rivelino e Jairzinho, oltre a uno dei più forti di tutti i tempi, Pele. Gli Azzurri avevano una formazione di tutto rispetto, con Boninsegna e Riva in attacco, ma erano oggettivamente inferiori. Il primo tempo allo Stadio Azteca di Città del Messico fu abbastanza equilibrato con O'Rey che portò in vantaggio i verdeoro al 18', svettando di testa dopo un cross arrivato da sinistra con il mancino da parte di Rivelino dopo un fallo laterale, ma Boninsegna pareggiò al 37' dopo un pasticcio difensivo del Brasile, con Felix che venne anticipato fuori area da un compagno e l'attaccante infilò così con il mancino il gol dell'1-1 a porta vuota.

Nella ripresa la Seleçao dilagò, dominando la partita grazie al proprio tasso tecnico, decisamente superiore a quello degli Azzurri. Al 66' un tiro da fuori area di Gerson fulminò Albertosi: solo applausi per il centrocampista, che saltò un avversario con un numero e scagliò un sinistro nell'angolo alto alla sinistra dell'estremo difensore dell'Italia. Il tris arrivò al 71' con Jairzinho, che da pochi passi sfruttò una torre di Pelé e mise dentro il momentaneo 3-1 quasi svirgolando con il destro. Infine chiuse i conti Carlos Alberto all'86', suggellando una prestazioni quasi perfetta con un potente destro a incrociare dal vertice destro dell'area su suggerimento del solito Pelé. Il Brasile divenne meritatamente campione del mondo. Di seguito il tabellino del match:

Brasile-Italia 4-1

Reti: 18’ Pelé, 37’ Boninsegna, 66’ Gerson, 71’ Jairzinho, 86’ Carlos Alberto

Brasile: Felix, Carlos Alberto, Everaldo, Clodoaldo, Piazza, Brito, Jairzinho, Gerson, Tostão, Pelé, Rivelino. Ct: M. Zagallo.

Italia: Albertosi, Burgnich, Facchetti, M. Bertini (74’ Juliano), Rosato, Cera, Domenghini, A. Mazzola, Boninsegna (84’ Rivera), De Sisti, Riva. Ct: F. Valcareggi.

Arbitro: Glöckner (Germania Est).

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile