Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Guardiola: "Il City ammirava lo United di Ferguson. Ora siamo noi al top, non mi interessa il resto"

Guardiola: "Il City ammirava lo United di Ferguson. Ora siamo noi al top, non mi interessa il resto"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 23 febbraio 2024, 18:12Calcio estero
di Michele Pavese

La lotta per la Premier League quest'anno è più appassionante che mai, con tre squadre in lotta per il titolo. Pep Guardiola non guarda alle rivali ma pensa solo al prossimo avversario: "Domani giochiamo contro il Bournemouth e poi penseremo alla prossima partita. Con calendari come questo, dove da anni si gioca una partita ogni tre giorni in competizioni diverse, è sempre meglio pensare alla partita successiva. E qualunque cosa debba accadere, accadrà".

Ratcliffe ha detto che il City è il rivale da battere, sei preoccupato?
"Faranno un passo avanti, questo è chiaro. Penso che con l'esperienza dei nuovi proprietari nel mondo degli affari sappiano esattamente cosa devono fare. Hanno fatto buoni ingaggi, per me è normale dirlo. Tutte le squadre vogliono essere al top e finché sarò qui cercheremo di esserlo anche noi".

Le due migliori squadre d'Inghilterra nella città di Manchester?
"Quello che voglio è che il City, la mia squadra, sia lassù. Il resto non mi interessa. Lo United è arrivato secondo con Solskjaer e Mourinho, anche se forse non ci è stato così vicino come per esempio il Liverpool negli ultimi tempi. Ma spero che siano al top, per storia, tradizione e tante cose. Non so perché fino ad ora non è stato così, ma immagino che lo sappiano. È un problema loro, non nostro. Quando vincevano li guardavamo e li ammiravamo. Volevamo imparare da loro, dall'era Ferguson, con Keane, Beckham, Neville e tutta quella generazione. Sono sicuro che il City, in quel momento, volesse essere in quella posizione. E ora lo siamo. Ecco perché penso che lo United sarà di nuovo al top"..

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile