Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Siviglia, Lopetegui: "Per rispetto esprimerò un parere su quanto accaduto in questi mesi"

Siviglia, Lopetegui: "Per rispetto esprimerò un parere su quanto accaduto in questi mesi"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 4 ottobre 2022, 17:26Calcio estero
di Alessio Del Lungo

Julen Lopetegui, allenatore del Siviglia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Borussia Dortmund. Il tecnico spagnolo è ormai ad un passo dall'esonero e gli è stato chiesto un parere sulle voci che identificavano in Jorge Sampaoli il suo successore: "Per rispetto non ho intenzione di esprimere un parere su quanto accaduto in questi mesi, ho un molto rispetto per un club come il Siviglia, 170 partite non vengono regalate in un club come questo. Non cambierò il mio modo di parlare o il mio ateggiamento, è la mia principale responsabilità, io penso di dover essere all'altezza delle circostanze del club e dei nostri tifosi, che meritano il meglio da tutti all'interno di questo club. Devo dare il meglio di me stesso in quello che devo fare, che è quello che ho sempre fatto".

E alla domanda se si sentisse tradito, Lopetegui risponde così: "Finché sono io a guidare i miei giocatori trasmetto forza, carattere e fiducia. Non ho intenzione di cambiare modo di fare, è quello in cui credo ed è quello che posso dare alla mia squadra come ho fatto in tutti questi anni. Bisogna essere responsabili di ciò che si controlla, e quello che controllo sono i miei calciatori e la mia squadra".