Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Le pagelle del Lecce - Falcone saracinesca, ma non basta. Ok Ceesay e Di Francesco

Le pagelle del Lecce - Falcone saracinesca, ma non basta. Ok Ceesay e Di FrancescoTUTTOmercatoWEB.com
sabato 13 agosto 2022, 22:53Serie A
di Lorenzo Carini

Risultato finale: Lecce-Inter 1-2

Falcone 7 - Impossibilitato ad evitare il gol in apertura da parte di Lukaku, chiude ripetutamente la saracinesca agli attaccanti avversari nelle battute finali prima di subire la doccia fredda in pieno recupero con il tap-in vincente di Dumfries.

Gendrey 6 - Gosens non sembra particolarmente ispirato, ma nonostante questo il terzino destro del Lecce limita davvero al minimo le incursioni sulla corsia di destra. Predilige la fase difensiva a quella offensiva, senza mai proporsi in avanti.

Cetin 5 - La prima stagionale in campionato è da dimenticare: tante ingenuità nelle battute iniziali del match, poi un problema fisico che lo costringe ad abbandonare il campo ben prima del previsto. Dal 21' Blin 6,5 - Uno dei migliori, compie diversi interventi difensivi di primaria importanza sui riferimenti d'attacco dell'Inter.

Baschirotto 5,5 - Partito abbastanza sottotono, soffre costantemente le accelerazioni di Lukaku. Col passare dei minuti, prende le misure all'attaccante belga dell'Inter riuscendo, per quanto possibile, a non soffrire più di tanto.

Gallo 5,5 - Si perde completamente Darmian in occasione del primo gol di Lukaku, lasciando tutto lo spazio del mondo al terzino avversario per la sponda verso l'attaccante posizionato al centro dell'area piccola. Non affonda mai il colpo sulla corsia di sua competenza.

Bistrovic 5,5 - Fa vedere qualcosa di buono sui calci piazzati, riuscendo anche ad impegnare Handanovic nella prima metà della ripresa con una gran punizione dal limite dell'area di rigore. Dal 74' Listkowski 6 - Tocca pochi palloni nel finale di gara.

Hjulmand 6,5 - Il centrocampo dell'Inter è di tutt'altra categoria, ma ciò non lo scoraggia affatto. Al danese il coraggio non manca, prestazione più che sufficiente da parte sua.

Gonzalez 5,5 - Piuttosto in ombra, non si vede praticamente mai in proiezione offensiva: aiuta esclusivamente la retroguardia giallorossa nei momenti di massima spinta dell'Inter. Dal 74' Helgason 6 - Non lascia il segno, pur disputando un buono spezzone di gara in aiuto alla difesa giallorossa.

Strefezza 6,5 - Dà la sensazione di essere uno dei giocatori-chiave di questo Lecce. Prova sempre a far la differenza, si mette in evidenza tra la fine del primo tempo e la prima fase del secondo con diverse giocate "alla Strefezza".

Ceesay 7 - Timbra subito il cartellino alla prima apparizione assoluta in Serie A. Grande sacrificio, corre senza sosta per oltre un'ora e dimostra di essersi calato benissimo nella nuova realtà. Dal 63' Colombo 5,5 - In oltre trenta minuti, recupero compreso, non si procura alcuna chance per far male ad Handanovic.

Di Francesco 6,5 - Co-protagonista del gol del pareggio, mette la firma sull'assist per Ceesay. Anche per lui, come per il compagno, una serata di puro sacrificio non ripagata, però, nel modo migliore a causa della sconfitta arrivata nell'ultima azione della sfida. Dal 74' Banda 6 - Appena entrato, prova subito a spaventare Handanovic con una conclusione da posizione favorevole. Ha un buon impatto sulla gara, ma non riesce a incidere.

Marco Baroni 6,5 - Il gol subito dopo appena ottantuno secondi sembrava non far presagire nulla di buono. Il "suo" Lecce parte col freno a mano tirato, poi rialza la testa con coraggio, grinta e determinazione riuscendo a far partita pari per una buona parte del match: nel finale, Inzaghi passa al 4-2-4 e per i giallorossi è sofferenza totale. La difesa regge, Falcone fa il possibile ma sull'ultimo corner arriva il gol di Dumfries che spezza l'entusiasmo salentino. I segnali, comunque, sono incoraggianti.