Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
live

Sassuolo, Dionisi: "Non credevo di fare la partita così tanto. Col mercato bisogna convivere"

LIVE TMW - Sassuolo, Dionisi: "Non credevo di fare la partita così tanto. Col mercato bisogna convivere"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 15 agosto 2022, 23:18Serie A
di Simone Dinoi
fonte inviato all'Allianz Stadium
Diretta scritta su TUTTOmercatoWEB.com. Premi F5 per aggiornare!

23:00 - Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, commenta la sconfitta per 3-0 dei neroverdi contro la Juventus all’Allianz Stadium nella prima giornata del campionato di Serie A.
TUTTOmercatoWEB.com vi riporta la conferenza stampa del tecnico in diretta.

23:10 - Dionisi prende posto nella sala stampa dell’Allianz Stadium: comincia la conferenza.

Cosa non ha funzionato?
“Se guardiamo il risultato ha funzionato poco, la prestazione l’abbiamo fatta per buoni tratti. L’approccio è stato molto positivo, l’occasione più nitida del primo tempo l’abbiamo avuta noi a parte il rigore discutibile. Abbiamo calciato tanto in porta, abbiamo gestito bene la palla, abbiamo sbagliato ad allungarci troppo in alcune occasioni. Devo accettare il risultato e dire che è mancato qualcosa. Si poteva fare meglio sicuramente”.

A metà primo tempo vi è mancato qualcosa…
“Sì nei primi 25 minuti il rammarico era di non esser passati in vantaggio. Abbiamo chiuso la Juve nella sua area e nello stadio c’era un po’ di brusio infatti. Abbiamo forzato delle giocate inutile, dovevamo dare tempo alle mezzali di entrare in area di rigore. Un po’ di frenesia, meno lucidità del solito. Fa parte del percorso dei giovani. Nei primi 25 minuti meritavamo e potevamo andare avanti. Poi nei successivi 20 è cambiata un po' la partita, con qualità e fortuna la Juve è andata avanti. Il secondo gol ne ho già parlato e il terzo ce lo siamo fatti da soli. È anche difficile portare avanti la partita senza rischiare, provando a riaprirla”.

Il mercato vi sta condizionando?
“Nì, noi abbiamo tanti ragazzi giovani ed è una conseguenza di questo. Ci dobbiamo convivere, fa parte dei contro per un allenatore che deve gestire un gruppo. Anche i ragazzi devono saperlo gestire perché sono le prime esperienze di visibilità, delle volte implica qualche prestazione meno efficiente”.

C’è un po di nervosismo? Quanto manca a Pinamonti?
“La partita di Modena è un’altra cosa, sono gare diverse. Oggi abbiamo sbagliato qualcosa ma ritorniamo a parlarne a fine campionato e vediamo quante squadre riescono a fare qui quello che abbiamo fatto noi, fai quasi il 60% di possesso e calci così tanto in porta. Oggi non è solo demerito nostro, possiamo essere più fluidi ed efficaci. Pinamonti è arrivato anche per darci questo, ha solo bisogno di giocare per trovare la condizione migliore. Oggi non era la partita giusta per farlo cominciare dall’inizio, preferivo giocarmelo a partita in corso. Oggi c'era da fare punti, mi aspetto di vivere difficoltà e avere forze fresche in panchina, per giocarmi le chance. Purtroppo però è entrato sul 3-0”.

Ła condizione fisica di Alvarez? Traoré quando torna?
“Per Alvarez è solo una questione di scelte e di tempo. Un po’ d’adattamento va vissuto. È stata una scelta dovuta alle altre possibilità che avevo in panchina. Per Traoré dall’operazione mi dicono tre mesi, speriamo torni presto. Però l’allenatore deve parlare di chi c’è”.

Si aspettava così questa partita?
“Credevo di non riuscire a fare così tanto la partita. Ho notato l’atmosfera diversa rispetto all’anno scorso, la volta scorsa non sembrava di giocare nello stadio della Juve. Anche nei primi 25 minuti, quando la gente sembrava scontenta. Pensavo facessero una partita più aggressiva, ma merito della Juve avere l'umiltà e abnegazione di fare una partita di ripartenza e attendista”.

Muldur come sta?
“Per sabato non lo so, è tornato durante la partita. Gli ho chiesto come stava, mi ha detto distorsione. Non mi sembra grave perché era tranquillo, ma non so per sabato”.

23:18 - Termina ora la conferenza stampa di Dionisi.