Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lo scopritore di Frattesi: "Sarebbe una prima scelta per la Juve. Roma? A volte resto stupito"

Lo scopritore di Frattesi: "Sarebbe una prima scelta per la Juve. Roma? A volte resto stupito"TUTTO mercato WEB
© foto di © DANIELE MASCOLO
sabato 1 aprile 2023, 00:08Serie A
di Dimitri Conti

Intervista a TuttoJuve.com per Emiliano Leva, ex allenatore delle giovanili della Lazio che ha lavorato sia con Davide Frattesi che con Gianluca Scamacca. Sul primo, obiettivo della Juventus, si è così soffermato: "Già si intravedeva il suo talento a quell'età, ho avuto la fortuna di averlo insieme a Scamacca nel gruppo che allenavo dei 2009. Lui giocava come esterno di fascia, ma decisi di spostarlo in mezzo al campo per via della gestione palla e dell'ottima visione di gioco. Faceva un po' l'ago della bilancia della squadra".

Si aspettava una carriera così?
"Sì, ha sempre avuto il talento per sfondare. Penso che per fare il calciatore bisogna avere talento, ma per trovare la strada giusta occorre anche quel pizzico di fortuna. E lui l'ha trovata".

È giusto definirlo un top player, oggi?
"Per me è uno dei centrocampisti più forti d'Italia, e lo dico tralasciando il legame affettivo che provo nei suoi confronti. E' un giocatore che farebbe bene ovunque, all'altezza dei top club, con qualsiasi modo e allenatore. Lo conosco un po', posso dire che è un combattente ed è sempre pronto a mettersi a disposizione della squadra, del gruppo e del progetto che sposa. Ha 24 anni, è decisamente nel pieno della carriera".

Pensa sia il momento giusto per spiccare il grande salto?
"Il Sassuolo ha delle pretese importanti per lasciarlo andare, anche se lo scorso anno era già stato accostato a diversi club. Non sta a me decidere per questa situazione, chi lo prenderà, però, farà un investimento non indifferente".

Una delle squadre più interessate è sicuramente la Juventus. Potrebbe essere il giocatore giusto per sostituire il partente Rabiot?
"Potrebbe dare un apporto importante in un contesto del genere, perché parliamo di una squadra come la Juventus che è tra le più importanti del mondo. Lui è una prima scelta, di certo non andrebbe a sostituire qualche altro calciatore. Ed è già esperto, pur avendo meno di venticinque anni".

Da ex Lazio lo vedrebbe bene alla Roma?
"È un professionista, poi a me farebbe piacere vederlo vicino casa. Resto stupito dalle scelte di alcuni addetti ai lavori, incapaci di gestire dei talenti del genere. Preferiscono poi andare a sperperare denaro per riprenderli, piuttosto che lanciarli in prima squadra".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile