Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Palladino apre la conferenza dopo il rinnovo: "Non potevo non restare un'altra stagione al Monza"

Palladino apre la conferenza dopo il rinnovo: "Non potevo non restare un'altra stagione al Monza"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 3 giugno 2023, 13:30Serie A
di Tommaso Bonan
fonte Luca Cilli

Vigilia di campionato per il Monza, atteso dall'ultimo turno di campionato contro l'Atalanta. E fresco di rinnovo ufficiale fino al 2024, il tecnico Raffaele Palladino ha parlato così in conferenza stampa: "Ci tengo ad aprire la conferenza, volevo ringraziare la società per il rinnovo del contratto. Tra di noi c'è sempre stata grande stima e fiducia, non potevo non restare un'altra stagione qui a Monza. Abbiamo creato una grande famiglia, ringrazio tutti".

Sul futuro. "Ovviamente bisogna chiudere bene questa stagione, la prossima sarà programmata a partire da lunedì. Sappiamo che siamo una società ambiziosa e questo ti stimola a lavorare di più e meglio ancora. Non mi aspetto una rivoluzione, abbiamo già un'ossatura importante e si ripartirà da qui".

Sul momento più bello dell'anno. "Come ho sempre detto si cresce nei momenti difficili, ce ne sono stati pochi ma ci hanno fatto crescere tanto. Di momenti belli ce ne sono stati innumerevoli, sia individuali che di squadra. Abbiamo tracciato la strada per il prossimo anno".

Su Ibrahimovic. "Sono sincero, non abbiamo parlato di nessun calciatore, vedrò Galliani lunedì e cominceremo a parlare per individuare gli uomini giusti per questo Monza. Zlatan è un campione, valuteremo tutto, per i grandi campioni è ovvio che ci sia sempre spazio, ma anche per tanti altri".

Sull'obbiettivo Europa. "La mancata contemporaneità delle partite mi ha dato più fastidio domenica scorsa, tra Verona e Lecce. Penso che le ultime gare sia giusto farle in contemporanea".

Sempre sul rinnovo. "Il tempo che mi sono preso per firmare era rivolto al voler dare il focus alla squadra e al finale di campionato. Volevamo dare l'annuncio lunedì ma di comune accordo con Galliani lo abbiamo annunciato ieri. Nutro grande stima per il Dottore e il Presidente, c'è grande riconoscenza nei loro confronti".

Sul percorso. "Credo che il calcio non abbia memoria, ciò che abbiamo fatto quest'annoi verrà dimenticato da lunedì. Ciò che è stato fatto è da ricordare ma l'anno prossimo si ripartirà da 0, sarà ancora più difficile ma sappiamo già cosa ci aspetterà".

Sui calciatori in prestito. "Tanti ritorneranno alla base, li ringrazio per tutto quello che hanno dato. Chiunque ha indossato la maglia del Monza ha dato tutto".

Su Gasperini. "Lui è il mio maestro, è stata la mia fonte di ispirazione. Tuttavia in tante cose mi distinguo, fare copia e incolla non va bene".

Sulla squadra Primavera. "Ho messo l'allenamento più tardi apposta, la guarderemo tutti insieme e tiferemo Monza, so come hanno lavorato e mi auguro che possa essere la ciliegina sulla torta. Conosco tutti i calciatori, ce ne sono tanti molto interessanti".

Sui tifosi. "Va dato un 10 a tutti, anzi 10 e lode. Li ringrazio per la costanza, dalla mia prima contro la Juventus fino a domenica scorsa. In tutta Italia hanno fatto i complimenti al Monza e alla tifoseria del Monza".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile