Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

“Poi magari trovi le motivazioni”. Cos’ha voluto dire Gasperini? La sua Dea non ha ancora vinto

“Poi magari trovi le motivazioni”. Cos’ha voluto dire Gasperini? La sua Dea non ha ancora vintoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
domenica 19 settembre 2021 00:23Serie A
di Ivan Cardia

“È una stagione particolare per noi. Alcune sono più difficili di altre, poi magari riesci a trovare le motivazioni giuste”. Nelle interviste rilasciate dopo la sofferta vittoria sulla Salernitana, Gian Piero Gasperini ha parlato delle difficoltà che può incontrare la sua Atalanta nel calarsi dalla realtà della Champions League a quella della Serie A. Questione di intensità, che in Europa sappiamo essere di ben altro tipo, ma anche di motivazioni da trovare, almeno per quanto fatto adombrare dalle dichiarazioni del tecnico di Grugliasco. Che ha sottolineato proprio questo, soffermandosi anche sul fatto che non sia scontato tra le seconde linee trovare chi giochi meglio e abbia più voglia, rispetto a coloro che vengono da una partita appena disputata.

L’Atalanta ha finito la fame? Ma non ha ancora vinto nulla. Parole, quelle di Gasp, che sembrano nascondere un sospetto: dopo stagioni straordinarie, con risultati storici per una formazione come quella orobica, c’è il rischio di aver finito la fame? Un tema che il gol-vittoria di Duvan Zapata, in una partita che sembrava davvero maledetta, ha ricacciato alla categoria delle speculazioni. Ma che si pone comunque, soprattutto perché sarebbe paradossale. A dispetto dai grandi traguardi tagliati in questi anni, di una Champions che a Bergamo non è affatto normale e invece adesso lo sembra, il ciclo della Dea non è ancora concluso. O almeno, non può di sicuro considerarsi coronato: la bacheca, in fin dei conti, è la stessa di prima. E, per quanto vincere a Bergamo sarebbe qualcosa di straordinario, resterebbe il peccato che una stagione d’oro così incredibile non venga sugellata da un titolo. Che poteva essere la Coppa Italia ieri, che può essere persino qualcosa di più oggi. In un campionato che nelle sue potenze non si è rinforzato, e anzi si è forse indebolito, la Dea è la più continua e quella che sul mercato ha perso di meno. Senza aver vinto nulla, e con la possibilità concreta che questa stagione, oltre a essere complicata, possa magari rivelarsi quella giusta.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000