Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Spezia, Motta: "Non temo rilassamenti dopo il Milan. Domani derby importantissimo"

Spezia, Motta: "Non temo rilassamenti dopo il Milan. Domani derby importantissimo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di PHOTOVIEWS
sabato 22 gennaio 2022, 14:19Serie A
di Niccolò Pasta

Vigilia del derby per lo Spezia e per il suo tecnico Thiago Motta, che in conferenza stampa ha analizzato i rischi della sfida contro la Sampdoria, partendo però dalla vittoria di San Siro contro il Milan: "Dopo San Siro le mie sensazioni sono state positive, come quando abbiamo giocato bene ma non abbiamo ottenuto ciò che meritavamo. La vittoria è positiva, dà fiducia e dà consapevolezza: il lavoro fatto è quello giusto e ci dà fiducia per le prossime partite".

Il finale della sfida di San Siro può avere ripercussioni su alcuni episodi?
"Non vanno fatti processi. Tutti possiamo migliorare e rispetto moltissimo il difficile lavoro degli arbitri. Non sono stato d'accordo con certe decisioni loro, ma continuo a rispettarli".

Dopo tre vittorie in fila fuori casa ora teme un rilassamento?
"No, non deve accadere, dobbiamo stare attenti. Conosciamo le difficoltà che abbiamo passato per arrivare a questo momento. Non possiamo controllare tutto, l'entusiasmo all'esterno è buono ma noi dobbiamo pensare al nostro quotidiano, cercare di fare il nostro meglio e avere responsabilità lavorando. Siamo un gruppo serio, lavoriamo per il nostro obiettivo insieme".

Quanto è importante un risultato positivo domani?
"Come in tutte le partite affrontate fino ad ora sarà difficile. A volte abbiamo vinto, altre no, altre abbiamo pareggiando nonostante meritassimo di più, o a volte meritando meno. Tutte le partite che restano sono importanti e la più importante è la prossima, con la Samp. Va affrontata con impegno, serietà, lavoro, responsabilità e al massimo, perché è la più importante".

Anche i pareggi possono essere determinanti in chiave salvezza?
"Dipende dalla partita e dal momento, ci sono tante variabili. Parlare di un pareggio dipende dal momento di come va la partita. Ci sono tante variabili ed è difficile dirlo ora".

La Samp ha cambiato allenatore: che partita si aspetta?
"Mi aspetto una Samp motivatissima e con grande entusiasmo. Approfitto per spendere una parola per D'Aversa, un collega: è un momento difficile per lui, lo conosco ed è una persona forte e seria, che lavora. Un grandissimo professionista, deve alzare la testa e continuare la sua strada".

Non ci sarà Maggiore. Come ha visto il gruppo?
"Non abbiamo il nostro capitano, che ha fatto una grandissima partita a Milano. Questo è il calcio. Una volta gioca lui e una volta deve aspettare. È una grandissima opportunità per chi scenderà in campo. Sono convinto che chi giocherà lo farà molto bene, continuando come fatto fino ad oggi".

Come vede Antiste? In cosa deve crescere?
"È un ragazzo giovane che è arrivato e ha dato una grande mano quando ha avuto le opportunità. Deve crescere in tutto, è interessantissimo e ha una potenzialità enorme e ha la voglia e l'entusiasmo per farlo. Lo sta facendo ogni giorno, quando toccherà a lui ci darà una mano".

Ci sarà il tutto esaurito: è contento?
"Molto, ma non solo per oggi. Da inizio stagione ho visto un grandissimo entusiasmo, grande voglia di sostenerci anche nei momenti più difficili. In questo momento dobbiamo approfittare della loro energia ed essere noi in campo a trasmettere gli ingredienti giusti per una buona prestazione e ottenere il risultato che meritiamo".