Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Izco: "Dopo la sofferenza dello scorso anno, Catania ha meritato la C"

ESCLUSIVA TMW - Izco: "Dopo la sofferenza dello scorso anno, Catania ha meritato la C"TUTTO mercato WEB
lunedì 20 marzo 2023, 20:33Serie D
di Claudia Marrone

Otto anni a Catania, da 2006 al 2014, poi il ritorno in rossazzurro nel 2022, e il peggior epilogo possibile: perché lo scorso anno la formazione etnea venne estromessa dal campionato di Serie C dopo il fallimento, a tre giornate dal termine della regular season.
Una ferita aperta per chi quei colori li ha nel cuore, una ferita aperta per l'ex Mariano Izco, che ha continuato a seguire la squadra commentando così - in esclusiva ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com, l'immediato ritorno tra i pro: "Catania meritava questa promozione dopo tutto quello che ha sofferto la città, quello che hanno sofferto i tifosi, quello che abbiamo sofferto anche noi che facevamo parte del club, perché finire in quel modo è stato davvero brutto. Ma quando si rinizia in un certo modo, con una società seria, si vedono subito i frutti. Il ritorno in Serie C è solo un primo passo per tornare davvero dove la squadra merita".

Accennavi alla scorsa stagione: la ferita è ancora aperta?
"Per me sì, non l'ho mai superata. Si dice spesso che i giocatori e i dirigenti passano, ma non è sempre così, perché io Catania e il Catania li ho sempre avuti nel cuore, per me è casa, vivo ancora qua. La delusione non è mai passata, fa molto male e per me è ancora dolorosa".

Una nota positiva dall'anno passato, però, c'è: Luca Moro brilla anche in B. Te lo aspettavi?
"Già dai primi giorni di allenamento vedevo qualcosa in lui, anche se poi può sembrare facile parlare dopo quando tutto è sotto gli occhi di tutti, ma è un ragazzo che ha davvero del potenziale. E il Sassuolo lo ha visto. Scegliere di andare al Frosinone, poi, è stata per me la scelta giusta, meglio essere protagonista in B, come sta dimostrando di essere, che riserva in A, ma anche per questa categoria sta dimostrando di avere del potenziale. La prossima stagione potrà giocarsela in massima serie".

A proposito della massima serie, il Catania può davvero fare il doppio salto?
"È molto difficile che una squadra riesca a centrare questo passaggio, la Serie C è un campionato difficile, e il Girone C lo è ancora di più: Bari e Catanzaro hanno fatto investimenti molto seri per tre anni prima di centrare l'obiettivo. Però niente è impossibile".

© Riproduzione riservata
Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile