Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw radio

D'Agostino: "Roma, no a Cristante e Matic insieme. Zaniolo deve crescere"

TMW RADIO - D'Agostino: "Roma, no a Cristante e Matic insieme. Zaniolo deve crescere"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
venerdì 7 ottobre 2022, 14:38Altre Notizie
di TMWRadio Redazione

A TMW Radio, durante Maracanà, l'ex calciatore e tecnico Gaetano D'Agostino ha parlato di Roma e non solo.

Che ne pensa delle due romane in Coppa?
"E' una questione di ritmi, totalmente diversi dalla Serie A. Per me Cristante e Matic in un centrocampo a due non possono giocare insieme, hanno lo stesso ritmo e gioco. La Lazio cerca di giocare in Europa come in Italia ma il ritmo è totalmente diverso. Deve alzare il ritmo e lì si vedono i valori tecnici".

Che messaggio manda un tecnico che una squadra non è competitiva su tre competizioni?
"Può creare alibi? Dipende. Mister Sarri non è la prima volta che esprime malcontento per partite ravvicinate. C'è una parola che è borderline. E' un messaggio alla società che non ha giocatori competitivi per l'Europa o sul calendario UEFA? Potrebbe più essere il primo caso".

Zaniolo, che ne pensa di quanto accaduto all'Olimpico?
"Deve ringraziare il calcio attuale, fatto non di fuoriclasse. A livello qualitativo ancora non sa gestire i momenti, non ha la lettura della gara, quando accelerare o fare altro. Vuole sempre fare tutto lui. La stampa e l'ambiente lo ha esaltato e lo ha portato a credere troppo in se stesso. Non ha sviluppato ancora l'intelligenza calcistica. Se gioca sottotono è un giocatore normalissimo. Se continua con questo atteggiamento, non sarà mai un campione".

Primo piano
TMW Radio Sport