Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

La gaffe razzista costa cara a Jens Lehmann: l'Hertha Berlino lo licenzia

La gaffe razzista costa cara a Jens Lehmann: l'Hertha Berlino lo licenzia TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
mercoledì 5 maggio 2021, 13:21Calcio estero
di Michele Pavese

L'Hertha Berlino, con un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale a firma del presidente Werner Gegenbauer, ha dato il benservito a Jens Lehmann, reo di aver rivolto un epiteto razzista nei confronti dell'ex calciatore Dennis Aogo: "Tali affermazioni non corrispondono in alcun modo ai valori che l'Hertha sostiene attivamente. L'Hertha prende le distanze da ogni forma di razzismo".

La ricostruzione - Ma cosa è successo esattamente? L'ex portiere di Milan e Arsenal ha inviato un messaggio whatsapp allo stesso Aogo, credendo di averlo mandato nella chat di Sky Sports. Il testo recitava: "Davvero Dennis è la quota nera?". Aogo ha subito postato lo screenshot sui social, mentre Lehmann ha affidato le sue scuse alla Bild, dicendo di essere stato frainteso e di ritenere Aogo una persona molto competente. Una difesa debole, che non è bastata ad evitargli il licenziamento.