Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Le pagelle del Cagliari - Cragno rende meno amaro il passivo, Pavoletti è un fantasma

Le pagelle del Cagliari - Cragno rende meno amaro il passivo, Pavoletti è un fantasmaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 15 maggio 2022, 22:49Serie A
di Niccolò Pasta

Risultato finale: Cagliari-Inter 1-3

Cragno 7 - L’unico che lotta fino alla fine per il Cagliari. Salva tutto quello che può, con interventi fantastici che rendono meno amaro il passivo per i sardi. Si supera su Lautaro nel primo tempo, con un guizzo che in pochi possono vantare, parando poi tutto il parabile. Non può nulla sul gol di Darmian e sulla doppietta di Lautaro, ma senza di lui la partita avrebbe preso misure decisamente diverse.

Ceppitelli 5,5 - Dei tre difensori è quello che lavora meglio di reparto e che rende la vita più complicata agli attaccanti dell’Inter. Bel duello con Dzeko, a cui non concede nulla, svetta bene di testa sui cross dalla destra, crolla nel finale con la squadra tutta sbilanciata alla ricerca del pari.

Altare 5,5 - Lautaro lo mette in crisi con le sue giocate: il centrale scuola Milan si perde l’argentino in occasione del gol del momentaneo 0-2 e fa fatica a contenerlo ogni volta che si avvicina all’area. Dal 78' Carboni sv

Lykogiannis 6 - Completamente divorato da Darmian, si fa saltare in testa dal numero 36 nerazzurro in occasione del vantaggio nerazzurro. Gara di grande difficoltà, si sgancia anche poche volte in avanti, anche se si guadagna la sufficienza per il gol (molto bello) che regala qualche speranza ai sardi.

Bellanova 5,5 - Contro questo Perisic è lotta impari per quasi tutti gli esterni della Serie A e il classe 2000 sardo non riesce ad arginare lo strapotere del croato. Pochi anche i cross messi in area: non attacca quasi mai.

Rog 5,5 - Lotta nel mezzo dove cerca di sbrogliare qualche situazione, senza però uscire quasi mai vincitore dai duelli. Si vede poco anche in fase avanzata. Dal 56 Nandez 5,5 - Entra per dare vivacità, ma la sua luce dura poco.

Grassi 5,5 - Regia appannata per il centrocampista dei sardi, che viene oscurato dal lavoro di Brozovic e non riesce ad incidere in nessuna delle due fasi.

Marin 6,5 - Dei mediani del Cagliari è quello più in vista. Si presenta alla gara con un tiro insidioso che non esce di molto, poi lotta in mezzo e cerca di costruire qualche occasione in verticale. Suo l’assist per il gol di Lykogiannis. Dal 78' Baselli sv

Dalbert 5,5 - Dalla sua parte Darmian fa ciò che vuole. Non riesce mai ad arginare il terzino italiano e anche in fase offensiva non si vede mai, sbagliando più volte la scelta con il pallone tra i piedi. Dall'87' Pereiro sv

Joao Pedro 5,5 - Si muove molto, abbassandosi anche per giocare più palloni possibili. Viene ingabbiato dalla difesa dell’Inter, che non corre praticamente pericoli. Ci prova ma non combina granché.

Pavoletti 5 - Gara molto complicata, con pochissimi palloni a disposizione. Bastoni e De Vrij lavorano bene sugli anticipi, disinnescandolo sempre. Partita da Chi l’ha visto. Dal 56’ Keita 5,5 - Ha una grande chance ma non riesce a sfruttarla. Con più lucidità, forse, il risultato sarebbe potuto essere diverso.

Alessandro Agostini 5,5 - L'approccio del suo Cagliari è diverso da quello che ci si attendeva. Squadra quasi impaurita, in balia dell'Inter. Finisce sotto di due reti, si ravviva grazie ad un gol molto bello ma anche molto casuale, e non riesce a dare continuità. Ko pesantissimo, ora restare in A sarà durissima.