Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Marino Bartoletti: "L'Inter fa 20 e accende la seconda stella"

Marino Bartoletti: "L'Inter fa 20 e accende la seconda stella"TUTTO mercato WEB
mercoledì 24 aprile 2024, 07:21Altre Notizie
di Redazione TMW

Lo scudetto ha cambiato proprietario per la quinta volta consecutiva, come accadeva fra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 (’85 Verona, ’86 Juventus, ’87 Napoli, ’88 Milan, ’89 Inter, ’90 Napoli, ’91 Sampdoria: sei squadre in sette anni e poi trittico Milan).
Questa volta la sequenza - per ora - è stata: ’20 Juventus (alla fine dello storico filotto), ’21 Inter, ’22 Milan, ’23 Napoli, ’24 Inter: quattro squadre in cinque anni. Rispetto a 35-40 campionati fa mancano le piccole-grandi outsider e la sensazione è che continueranno a mancare a lungo (a meno che i pianeti non si allineino in maniera perfettissima per il Bologna: vera, straordinaria rivelazione del campionato).

Il merito dei nerazzurri è ampio e inconfutabile (certificato dal fatto che la pratica sia stata chiusa con sei giornate d’anticipo): come lo fu quello del Napoli un anno fa. La sensazione è che di tutte le ultime vincitrici l’Inter sia quella che - per continuità, esperienza, guida tecnica, gioco, organico e visione strategica - abbia la possibilità più concreta di mantenersi in quota di volo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile