Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Simone Farina, l'italiano più conosciuto di fine 2011. Perché non truccò una partita

Simone Farina, l'italiano più conosciuto di fine 2011. Perché non truccò una partitaTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 18 aprile 2023, 05:00Nato Oggi...
di Andrea Losapio

Nel 2011 è stato il giocatore italiano più conosciuto all'estero. Eppure non era Buffon, Pirlo o Balotelli. Simone Farina ha giocato in squadre piccole, come Catania o Cittadella. Eppure grazie a lui il Gubbio è finito al centro delle cronache internazionali. Nel dicembre del 2011 si scopre che ha rifiutato 200 mila euro - da spartirsi con altri tre compagni - per truccare la sfida fra Gubbio e Cesena, di Coppa Italia. Farina ne prendeva 50 mila all'anno, quindi di fatto ha rifiutato un'annualità per non compromettere il proprio nome.

A proporli era Alessandro Zamperini, ex compagno delle giovanili della Roma che venne denunciato dallo stesso Farina, facendo partire la seconda tranche dell'inchiesta sull'Operazione Last Bet. Di fatto la sua carriera da calciatore finisce qui, mentre il commissario tecnico Cesare Prandelli lo invita al raduno della Nazionale in vista di Euro2012. Joseph Blatter lo invita alla premiazione del Pallone d'Oro a Zurigo, da parte della UEFA, consegnandogli un gagliardetto simbolico.

Dopo il ritiro dal calcio giocato, nel settembre 2012, Farina viene ingaggiato dall'Aston Villa come community coach, per insegnare ai giovani dell'academy le regole della lealtà sportiva. Nel 2015 Abodi, presidente della Serie B, gli offre un ruolo in Lega Calcio. Per tre anni va al Leeds e oggi è il manager di un'agenzia per calciatori. Oggi Simone Farina compie 41 anni.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile