Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Caldiero Terme, l'allenatore-netturbino Soave: "Non lascio il mio lavoro, è la mia sicurezza"

Caldiero Terme, l'allenatore-netturbino Soave: "Non lascio il mio lavoro, è la mia sicurezza"TUTTO mercato WEB
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
martedì 14 maggio 2024, 11:49Serie D
di Tommaso Maschio

“La mia vita? All'alba indosso la divisa di netturbino, dopo pranzo e fino a sera quella di allenatore di calcio. Così tutti i giorni, tranne la domenica perché si scende in campo per il campionato". Il tecnico Cristian Soave parla così al Corriere del Veneto della propria vita quando non guida quel Caldiero Terme che ha portato in Serie C in questa stagione: “I veri favoriti erano altri, club ben più blasonati come il Piacenza, il Desenzano dove gioca anche Paloschi, e poi Pro Palazzo e Arconatese, non certo noi".

Soave però non sembra voler abbandonare il suo lavoro anche se il prossimo anno affronterà la sua prima esperienza nel calcio professionistico: “Per quanto mi riguarda, almeno per la prima stagione in C, non me la sento di lasciare il lavoro di netturbino, sto valutando il part time o la richiesta di un'aspettativa. Sono assunto dal 2014, sono padre di tre figli, è sempre stata la mia entrata sicura, la mia sicurezza di vita".

E proprio sulla famiglia si sofferma infine Soave, rimasto vedovo quattro anni fa con tre figli a carico: “Per tutti noi è stata una perdita lacerante, un trauma indicibile, trovare le forze per andare avanti è stato durissimo. Dietro l'incredibile risultato di questa stagione so che c'è stata anche la sua stella. Perfino il mio figlio maggiore, quando abbiamo segnato il gol dell'aritmetico primo posto, mi ha abbracciato e mi ha detto: 'Questa rete l'ha fatta la mamma'".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile