Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Marsiglia, Longoria: "Parlavamo con Alexis Sanchez già dalla stagione scorsa"

Marsiglia, Longoria: "Parlavamo con Alexis Sanchez già dalla stagione scorsa"
mercoledì 10 agosto 2022, 19:57Calcio estero
di Dimitri Conti

Pablo Longoria, presidente del Marsiglia, ha preso la parola durante la conferenza stampa di presentazione di Alexis Sanchez come nuovo acquisto OM: "Si è trattato di un lavoro di squadra. Voglio ringraziare Alexis e il suo agente Fernando Felicevich specie per la sua pazienza. Ci sono state giornate con tante telefonate, parlavamo già dalla scorsa stagione per capire la sua situazione, abbiamo anche commentato l'arrivo di Joaquin Correa all'Inter. Conosco bene Alexis e Fernando, è stata una battaglia di pazienza e di seduzione. Ma Alexis ha avuto da subito le idee chiare e quando ha chiarito i suoi obiettivi, allora è diventato tutto più facile. Gli sviluppi ci hanno portato a questa situazione. C'è stata grande fiducia tra le persone che sono qui".

Quali sono le condizioni per far scattare l'anno aggiuntivo di contratto?
"Che tutti siano felici e che mantengano la parola data. Alexis ha già dato la sua parola, viene qui per vincere e questo è un obiettivo che abbiamo tutti. Se tutto andrà bene, ci siederemo e parleremo del rinnovo. Ma l'impegno mostrato da Alexis è la cosa più importante".

Che importanza avrà Sanchez per la sua squadra?
"Per un'istituzione come la nostra comprare un giocatore come Sanchez è sempre importante, per il suo presente ma anche per la credibilità che dà al nostro progetto e per la sua mentalità vincente che può attrarre altri grandi giocatori. Avevamo una grande esigenza di portare un giocatore che potesse rispondere alle aspettative dei nostri tifosi, e lui ha mostrato la sua qualità nei suoi anni all'Inter; una squadra competitiva si costruisce col lavoro e con la mentalità e lui l'ha costruita nei Paesi dove ha giocato. Abbiamo provato a lungo a portarlo qui, alla fine ci siamo riusciti".

Lo voleva anche Jorge Sampaoli?
"Non è questione di tecnici, la mentalità mostrata dal calciatore è stata una cosa che ci ha permesso di portare avanti questa trattativa".