Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Cucurella dal Brighton al Chelsea per più di 60 milioni: "È una grande responsabilità"

Cucurella dal Brighton al Chelsea per più di 60 milioni: "È una grande responsabilità"
giovedì 18 agosto 2022, 10:11Calcio estero
di Dimitri Conti

Il terzino Marc Cucurella si è presentato come nuovo giocatore del Chelsea: "Le ultime settimane sono state molto impegnative per me, ma sono molto felice di essere qui. Prima di esordire a Goodison Park mi sono allenato un solo giorno, ma abbiamo vinto e sono contento di potermi integrare in squadra".

Cucurella ha anche parlato della tirata di capelli subita da Romero nel match contro il Tottenham: "Per fortuna i miei capelli stanno bene... Nel video si vede chiaramente cosa sia successo, forse in campo non era ugualmente chiaro. A volte gli arbitri prendono decisioni buone, altre no. Comunque non mi taglierò mai i capelli, questo è il mio stile".

Quindi torna a parlare del suo trasferimento estivo: "Ci sono state molte voci, questa estate pensavo che fosse un buon momento per approdare in un grande club e il Chelsea lo è. Sono stati spesi tanti soldi per me, è una grande responsabilità. Posso giocare a sinistra su tutte le posizioni, la migliore credo sia da terzino in una difesa a quattro. Ma giocherò dove mi metterà il mister". Qualche parola per il Brighton: "I primi mesi sono stati difficili, dovevo adattarmi alla società, al nuovo paese, alla lingua... Ma sono felice per quanto fatto con i Seagulls".

Chiusura su altri temi legati al Chelsea: "Ho conosciuto Tuchel quando era nelle giovanili del Barcellona, al tempo mi disse che dovevo lavorare sodo. In questi primi giorni mi ha aiutato Chilwell, grande persona. Ed è un bene per la squadra avere concorrenza nelle posizioni. Così come è importante per me che il capitano, Azpilicueta, sia spagnolo. Obiettivo? Vincere è difficile ma puntiamo alla Premier League".