Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

A un soffio dalla semifinale e poi lo psicodramma. Il Brasile di Neymar ammaina la bandiera

A un soffio dalla semifinale e poi lo psicodramma. Il Brasile di Neymar ammaina la bandieraTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 10 dicembre 2022, 00:45I fatti del giorno
di Tommaso Maschio

Il Brasile, fra le grandi favorite per la vittoria del Mondiale, è fuori dalla Coppa del Mondo e nel modo più crudele possibile ovvero dopo aver accarezzato ai supplementari la semifinale e aver poi perso ai calci di rigore. Un vero e proprio psicodramma come solo i brasiliani (dal Maracanazo al Minerazo) sanno vivere. La squadra di Tite, apparsa brillante e divertente nelle prime uscite, si è sciolta contro la prima squadra davvero organizzata incontrata sulla propria strada: solo Neymar ha brillato fra i quattro attaccanti titolari, con la difesa che ha tradito specialmente in Danilo. E poi gli errori, di Rodrygo e Marquinhos, che dopo 32 anni regalano un'amarezza ai verdeoro ai calci di rigore. Nelle ultime cinque edizioni la squadra brasiliana è uscita ben quattro volte ai quarti di finale allungando così un'astinenza da vittoria che dura dal 2002.

A nulla è servita la rete di Neymar nei supplementari, la 77^ in verdeoro con l'aggancio al mito Pelè che però di trofei a casa ne ha portati ben tre contro gli zero dell'attuale numero 10.

Nel dopo gara arriva l'addio del ct Tite, che si sapeva avrebbe lasciato dopo il Mondiale. Oltre al ct hanno parlato anche Casemiro ("Momento difficile. Ora arriverà un nuovo allenatore") e Thiago Silva ("Fa molto male ma dobbiamo rialzare la testa").